16 Commenti

Omicidio di moglie e bimbo
di 3 anni: causa, le troppe liti
Contrasti per il passaporto

L'omicida e il condominio in cui si è consumato il delitto

Davanti al magistrato Carlotta Bernardini, ai carabinieri e al suo avvocato Luca Curatti, legale d’ufficio poi diventato di fiducia, in tarda mattinata Wu Yongqin, il 50enne cinese ora in carcere con l’accusa di duplice omicidio, ha reso alcune dichiarazioni che però, come ha sottolineato il suo avvocato, “saranno tutte da verificare”.

Il 50enne, che non parla italiano (durante l’interrogatorio era presente un’interprete), è appasto sotto shock, scosso e confuso. “Dal suo racconto”, ha spiegato l’avvocato Curatti, “sono emersi contrasti in famiglia, discussioni all’ordine del giorno con la moglie per problemi familiari, come la gestione dei soldi e dei figli”. Pare che all’origine della lite di questa mattina ci fosse un problema con il passaporto del 50enne. Da capire se l’uomo dovesse rinnovare il documento di soggiorno, o se l’avesse perso. Fatto sta, ha ribadito il suo legale, “che lui non voleva assolutamente tornare in Cina”.

Ovviamente resta da verificare cosa abbia scatenato un tale gesto di follia degenerato con l’omicidio della moglie Chen Aizhu e di Wen Jun Ye, il bimbo di tre anni che la coppia era solita ospitare quando i genitori del piccolo, entrambi commessi da circa tre anni al mercatone ‘Hao mei’ di via Giuseppina, lavoravano. Intenzione dell’avvocato Curatti è quella di chiedere una perizia psichiatrica per verificare le condizioni psicofisiche del cinese, disoccupato e seguito dai servizi sociali. L’uomo, che nell’interrogatorio di questa mattina avrebbe dichiarato che la moglie lo trattava male, vive con la pensione di invalidità.

Oggi pomeriggio alle 14.30, intanto, la procura ha dato incarico al medico legale di effettuare l’autopsia, mentre per le prossime ore è previsto l’interrogatorio di garanzia. Si cercano anche i parenti della coppia, che ha un figlio di 13 anni rientrato a casa poco dopo il gravissimo fatto di sangue. Per il momento del minore si stanno occupando i servizi sociali.

L’avvocato Luca Curatti con l’interprete cinese al comando dei carabinieri

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    Duplice omicidio in Cina,non c è il carcere…..,spediamolo a casa sua così gli spiegano i connazionali come funziona la legge dell’omicidio

    • nessuno

      Squallido . Seguo i tuoi commenti da tempo e non sai parlare di altro che di bastonate. Ogni pretesto è buono x vomitare il tuo odio e la tua frustrazione. Da parte tua nemmeno un cenno di umana pietà x le vittime e il figlio che rimane. VERGOGNATI !!!

      • Mirko

        Con le buone oramai non si risolve nulla,non vomito odio ma cerco giustizia in un paese che giustizia non ne ha(la mia frustrazione è vedere un paese che ha mille risorse e vengono sprecate, non valorizzate e in mano a dei ladri a incopetenti),e mi dovrei vergognare per cosa? Per non aver espresso il mio dispiacere….ma sono obbligato?da te? Se non commento non vuol dire che non mi dispiaccia dell’accaduto,punto uno,punto due visto che mi segui da tempo vai a leggere un mio commento di risposta ad un’altra persona sulla vicenda,punto tre signor nessuno se mi conoscessi avresti un altra opinione.
        Ora che ti ho risposto invece di guardare e commentare quello che scrivono gli altri, leggi e commenta gli articoli di Cremona oggi(visto che gli unici commenti che fai sono solo per rispondere a post di altre persone in chiave puramente critica, strafottente, dando dei fascistelli a persone che non sai neppure chi sono….asen)

        • Andrea

          Effettivamente anche io ti vedo solo parlare di bastonate, legnate, botte e in galera a vita…cioè, nessuno ti vieta di commentare ovviamente, ma incitare alle legnate non solo non puoi farlo ma dopo un po diventa anche fastidioso. Più che cercare giustizia sembra davvero che tu stia vomitando odio. Questa non vuole essere un’offesa ma una critica costruttiva. Sbagliato anche dirti che sei squallido in ogni caso, diciamo che secondo me anche nei commenti bisognerebbe sempre moderarsi un attimo, anche perchè giudicare tutti e dire “io li picchierei” o “io li metterei in galera a vita” non è sensato ne costruttivo.

          • Mirko

            Sono stufo del buonismo inconzionato, e del tutto è permesso, Forse non ci siamo capiti,non scrivo e non commento per compiacere nessuno,scrivo quello che penso che piaccia o pure no, poi se dobbiamo commentare un articolo ok se dobbiamo invece commentare le risposte che uno da secondo un suo punto di vista non è più finita.
            Prendo atto della vostra critica nei miei confronti e vi ringrazio

        • Sorcio Verde

          Mirko, hai pisciato fuori, fidati.

  • Lidans

    Da anni qui, non parla italiano, non lavora MA prende pensione di invalidità..adesso si fa passare per “disturbato”…quanti come lui????

    • nessuno

      Stesso giudizio come quello espresso x Mirko. Ci sono 2 morti e un orfano e tu parli di pensione. Ma sei fuori??? VERGOGNATI !!!

      • Andrea Torna….

        Festeggiato oggi?

      • Desdemona

        Veramente, ma l’umanità dov’è finita? Assurdo.

      • Lidans

        Proprio a causa di una pensione, di mancata prevenzione sanitaria e ottusa cecità si è permesso a questo “soggetto” di AMMAZZARE 2 persone e lasciare un orfano !.Io lo chiamo ASSASSINO e non me ne vergogno ! Tu proprio non ci arrivi vero???

    • luciano1956

      Perchè qui comandano i cattocomunisti del menga ! Soldi regalati a cani e porci e l’italiano onesto lo prende in quel posto!

  • Andrea Ferrari

    Davanti a un dramma simile ci sono dei vermi dalla sagoma umanamente scimmia che si chiede come e perché questo squilibrato prendeva la pensione d’oro d’invalidità e non domanda se la donna che svolgeva l’attività di baby sitter era regolare o lavorava in nero o in giallo. Questa è la prova del vivere da bestioni da parte di una certa umanità che commentano nascondendosi dietro l’anonimato.
    Vergognatevi, siete il letame umano dell’Italia.

    • Maumaro

      Di fronte ai problemi ci sono individui che negano anche l’evidenza, elargendo patenti di razzista a destra e a manca. Poi, quando i nodi vengono al pettine,questi stessi individui si nascondono dietro il dramma e si permettono di offendere dando dello sciacallo.

    • Mirko

      Dai del letame umano e dei vermi alle persone che non consci e ti basi solo su un commento che non hai digerito…è facile insultare e fare i leoni dietro una tastiera…poi se te li trovi faccia a faccia che fai? Occhio perché rischieresti di mangiare tu un po’ di letame

  • Violetta Dellachicca

    concordo