Un commento

Toninelli (M5S): 'Nel grave
incidente di Pioltello anche
la politica ha responsabilità'

“Sono ancora sconvolto dal dolore per quanto avvenuto giovedì a Pioltello: le immagini e i dettagli che sono arrivati nelle ore successive al drammatico disastro sono devastanti e mi hanno portato a pensare che su quel treno potevo esserci io o mia moglie con i miei figli; poteva esserci un amico, un collega di lavoro, un vicino di casa. Perché nel cremasco e nel cremonese sono tantissimi i pendolari, una specie di comunità mobile che ogni mattina è costretta a sopportare ritardi e disagi di ogni genere e che come ab-biamo avuto conferma con orrore oltre a questo può rischiare addirittura le vita: c’erano tre donne su quel treno per Milano, le cui vite giovedì mattina alle 6.57 sono state im-provvisamente spezzate senza una ragione. E ci sono stati 46 feriti di cui 5 gravi ma sembra al momento non in pericolo di vita. A tutti loro auguro pronta guarigione e per il loro salvataggio il mio ringraziamento senti- to va al pronto intervento dei soccorritori”. Così scrive Danilo Toninelli del M5s, che prosegue:
“Al dolore, tuttavia, si aggiunge la rabbia: come è stato possibile quanto accaduto? Le responsabilità precise e giudiziarie dovranno essere accertate dalle autorità competenti e sarebbe ancora prematuro tentare di individuarle, tuttavia non posso non dire che quella di cui stiamo parlando è stata una tragedia annunciata, per la quale le istituzioni non possono non essere politicamente chiamate a rispondere. Non è assurdo che solo sei mesi fa, il 23 luglio, un treno di Trenord diretto a Bergamo da Milano sia già parzialmente uscito dai binari, fortunatamente senza feriti e con il solo disagio del trasferimen- to dei passeggeri su un altro treno, cioè che si sia verificato un incidente simile proprio all’altezza di Pioltello?
Nell’ambito dell’attività di controllo propria delle opposizioni – conclude Toninelli – ho presentato sia personalmente numerosissimi atti per segnalare i disagi e dar voce anche nelle istituzioni ai comitati dei pendolari dei quali condividiamo le battaglie: meno di un anno fa avevo riportato le conclusioni del rapporto “Pendolaria” di Legambiente che definisce con dovizia di dati quelle tratte tra le peggiori in Lombardia. Tutti i miei atti parlamentari sono rimasti senza risposta, così come molti di quelli del Movimento Cinque Stelle. In un’interrogazione in Consiglio regionale Lombardia in cui Iolanda Nanni ha denunciato il pessimo stato di un centro manutentivo di Trenord un anno e mezzo fa, la Giunta Lombarda ha sostanzialmente risposto che era tutto perfettamente a posto”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    Si metta il cuore toninelli in pace non pagherà nessuno per i morti RFI scaricherà sulla regione e questa su RFI la regione darà la colpa allo stao e viceversa siamo un apese di irresponsabile e lei anche se andrà al governo si accorgerà che non potrà fare nulla