2 Commenti

Piccole imprese e banche,
il Comune fa da mediatore
tra domanda e offerta

Le banche cremonesi chiamate a venire incontro alle esigenze dell’imprenditoria locale, e in particolare al commercio di vicinato, al terziario, al piccolo artigianato. Primo incontro dell’anno, ieri pomeriggio, tra l’assessore al Patrimonio ed Area vasta Andrea Virgilio (assente per malattia il vicesindaco Maura Ruggeri, con deleghe a Lavoro e mondo produttivo) e i rappresentanti di una decina di istituti bancari che hanno risposto all’invito del Comune, scaturito a seguito del meeting con le categorie produttive alla fine dello scorso anno.

In quell’occasione, in cui il Comune aveva illustrato le misure dell’ente locale per agevolare l’attività di impresa (quali gli sgravi di tasse locali per il recupero di aree dismesse o l’insediamento in immobili sfitti) erano stati gli stessi rappresentanti del mondo produttivo a sollevare il tema dei rapporti con le banche. Di qui il meeting di ieri, finalizzato a sondare quali agevolazioni finanziarie possano essere applicate alla piccola e media imprenditoria locale. Obiettivo: arrivare a delle proposte che incontrino i favore degli imprenditori facilitando l’accesso al credito. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Iniziativa totalmente inutile,
    le banche ti fanno credito se hai credito, e il tasso a cui te lo fanno non dipende certo da un assessore ma dal rating che ti calcolano. Semplicemente dei dilettanti.

    • Mirko

      Tutta pubblicita