Sport
Commenta

Riapre la campagna abbonamenti della Cremonese

Da oggi al via la seconda tranche della campagna abbonamenti della Cremonese. Con la riapertura del settore distinti, la società grigiorossa ha deciso di riaprire la campagna abbonamenti per accontentare quanti desiderino sottoscrivere una tessera per assistere alle 9 partite in casa che mancano alla fine del girone di ritorno. Oltre alla tribuna sul lato lungo del campo per i 4mila posti al momento disponibili, la campagna “invernale” riguarda anche 2000 posti della curva sud Erminio Favalli.
I prezzi sono estremamente convenienti:
Distinti: 120 € intero, 80€ ridotto (per over 65, donne, disabili), 30€ under 18;
Curva sud: 50 € intero (con un risparmio di oltre il 50%), 30€ per gli under 18.
Nel prezzo di abbonamento è compresa anche la supporter card, che separatamente ha un costo di 10€. Per entrambi i settori ci sarà la possibilità del biglietto family (mamma, papà e figlio under18) al prezzo di 190€ per i distinti e 90€ per la Sud.
Non sarà però possibile modificare un abbonamento già emesso nella campagna estiva per spostarsi in un altro settore, poiché a stagione in corso non è consentito annullare una tessera già emessa, come non sarà possibile acquistarne una nuova, dal momento che le normative di sicurezza non consentono di associare più di un titolo di accesso ad ogni persona. Gli abbonamenti saranno disponibili soltanto ai botteghini di via Cardinal Massaia nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì dalle 18 alle 20, il venerdì dalle 17 alle 20 e il sabato dalle10 alle 13 e dalle 17 alle 20.
Non sono queste le uniche novità in arrivo. Sono in programma tante iniziative per portare i giovani e le famiglie allo stadio, coinvolgendo ad esempio le scuole. Oltre a sconti speciali nelle attività commerciali convenzionate e lo sconto del 20% sull’acquisto delle divise ufficiali della squadra. Infine sarà ampliata la rete di vendita dei biglietti in particolare sul territorio. Il primo ad essere attivato sarà il nuovo punto vendita nel comune di Piadena.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti