Commenta

'Misura per misura' di
Shakespeare il 21 febbraio
al teatro Ponchielli

Una commedia a tinte fosche, dal ritmo veloce e compulsivo, con inganni e colpi di scena Misura per misura di William Shakespeare con la regia di Jurij Ferrini: questo andrà in scena al Teatro Ponchielli martedì 20 e mercoledì 21 (ore 20.30). Misura per misura (1603) è una commedia nera nella quale si alternano in perfetto contrappunto due livelli: da una parte la storia del Duca di Vienna che si allontana dal potere in cerca di una verità che gli permetta di comprendere l’origine del peccato nella natura umana; il Duca si traveste da frate e sotto falso nome si nasconde nei bassifondi, lasciando al suo vicario, il severo Angelo, il compito di ripulire la città dalla corruzione e dal vizio; egli esegue: il giovane Claudio colpevole d’aver messo incinta la sua futura sposa prima del matrimonio, viene condannato a morte per fornicazione.

La sorella di Claudio, Isabella, una novizia che sta per prendere i voti, si reca da Angelo per implorare la grazia. Nel frattempo il più saggio e maturo giudice Escalo si trova alle prese con il popolo dei bassifondi con tutta quella straordinaria umanità che vive alla giornata, nel degrado, si nutre dei più meschini sotterfugi e si arricchisce sfruttando tutto ciò che è proibito; Pompeo Chiappe, Mastro Schiuma, Madama Strafatta e il povero Gomito, una guardia assolutamente incapace di fermarli, costituiscono il livello grottesco e comico nel quale “giustizia non sarà mai fatta”.

© Riproduzione riservata
Commenti