Commenta

Coppa Cev, per Pomì
pesante sconfitta in casa
contro Ssc Palmberg

Fotoservizio Francesco Sessa

Pomì Casalmaggiore – Ssc Palmberg Schwerin 0-1 [33-35]

CASALMAGGIORE – 1 Martinez, 3 Napodano, 5 Sirressi, 6 Grotheus, 7 Guiggi, 10 Starcevic, 11 Drew, 12 Guerra, 13 Zago, 14 Lo Bianco, 15 Stevanovic, 17 Rondon, 18 Zambelli.
All: Lucchi

SCHWERIN – Szakmàry, 2 Bettendorf, 3 Lippmann, 6 Geerties, 7 Carocci, 8 Alanko, 10 Hanke, 11 Dumanic, 12 Barfield, 14 Lohmann, 15 Oluic, 16 Schoelzel.
All: Doring.

Cominciano male per la Pomì Casalmaggiore i quarti di finale di Coppa Cev, con una pesantissima sconfitta in casa, sul taraflex del PalaRadi (1.483 gli spettatori presenti), contro le tedesche del Ssc Palmberg Schwerin, che si porta a casa i tre punti partita.

Partita che inizia in modo piuttosto equilibrato, con le due squadre che procedono alla pari, mettendo in luce come le tedesche di questi quarti di finali siano avversarie più impegnative di quelle incontrate finora in Coppa Cev. L’equilibrio tra le due squadre caratterizza la maggior parte del set, con una progressione punto a punto che non vede nessuna formazione prevalere sull’altra. Sul 14 pari, le tedesche alzano la testa e riescono a mettere la freccia, recuperando alcuni punti. Le rosa però non ci stanno e si rimettono in pari. Poi le avversarie recuperano di nuovo e riescono a mettere diversi punti di distanza da Pomì, che però non si arrende e torna in pareggio sul 24-24. Un set di cui sembra essere molto difficile stabilire il risultato finale, tanto che si chiude sul 33-35 per le tedesche, che si aggiudicano il primo set.

Nella seconda ripresa le tedesche confermano la propria supremazia, riuscendo da subito a mettere la freccia. le Cremonesi però non ci stanno e rialzano la testa, tornando in parità. Si gioca per un po’ punto a punto, ma le rosa dimostrano palesi difficoltà e iniziano a commettere troppi errori, consentendo alle avversarie di riprendere in mano le redini della partita. Casalmaggiore cerca di tenere il passo ma lo fa con molta fatica e scarsi risultati, messa in difficoltà anche da un infortunio di Imma Sirressi, lasciando sempre più spazi alla Ssc, che chiude sul 20-25.

Il terzo set parte in equilibrio, ma di nuovo le tedesche prendono in mano le redini della partita, riuscendo a prendere le distanze dalle padrone di casa. Una Pomì ancora poco concentrata e in grandi difficoltà non riesce a rispondere alle bordate del Ssc, sbagliando sia in difesa che in attacco. Troppi spazi lasciati a una squadra, l’Ssc, che è ben determinata  portarsi a casa la vittoria, cosa che riesce a fare senza troppi problemi, chiudendo il set sul 15-25 e la partita per 3-0.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti