Commenta

Cremonese-Frosinone,
martedì sera partita al gelo:
previsti -7ºC allo Zini

Sarà un turno infrasettimanale dei più delicati e impegnativi per le squadre che stanno affrontando il campionato di serie B. Si gioca la sera in una settimana caratterizzata da temperature rigide e abbondanti nevicate. E se a Cremona è previsto un glaciale -7, in centro Italia la neve ha già fatto saltare sedute di allenamento e costretto il sindaco di Pescara a firmare l’ordinanza di chiusura dello stadio e il conseguente rinvio di Pescara – Carpi; a rischio anche Cesena – Pro Vercelli.

Il Frosinone invece, già partito alla volta di Cremona, deve affrontare il momento difficile del dopo Perugia. Una Sconfitta che è costata la testa della classifica, con pesanti ripercussioni per l’impegno con la Cremonese, con due squalificati eccellenti, Soddimo e Terranova. L’autore del gol del vantaggio dei ciociari per tre giornate, per un brutto fallo su Colombatto, per due partite invece il difensore centrale, reo di aver applaudito ironicamente il direttore di gara al triplice fischio.

La prima conseguenza della batosta subita in casa è stato un serrato confronto tra allenatore, presidente e squadra alla ripresa degli allenamenti. Non è trapelato nulla ma è facile immaginare che il tecnico sia tornato sull’argomento disciplinare, considerato che la squadra ciociara si è fatta trascinare sul piano della fisicità dall’undici di Breda. C’è molta amarezza, soprattutto perché il Frosinone era partito fortissimo nella prima parte della gara  producendo un gol, due pali, un salvataggio sulla linea e almeno 5 parate determinanti dell’ex Leali.

Non è dunque escluso che Moreno Longo decida di adottare altri provvedimenti oltre a quelli determinati dal giudice sportivo. Il modulo dovrebbe restare comunque inalterato 3-4-1-2 con Dionisi e Daniel Ciofani, davanti a Ciano, e Citro che potrebbe subentrare a partita in corso. I tre della difesa dovrebbero essere Brighenti, Ariaudo e Krajnc, mentre a centro campo con Matteo Ciofani e Beghetto esterni la sorpresa potrebbe essere l’utilizzo di Konè e Maiello. La Cremonese, tornata al lavoro all’indomani del pareggio di Pescara, è ancora in emergenza in attacco. La squadra ha lavorato in palestra con i titolari della gara di sabato, sul sintetico con tutti gli altri.

Ancora fermi Gomez e Brighenti, mentre Paulinho era presente con il gruppo. Mister Tesser deciderà in queste ore se riproporre il modulo di Pescara, con il doppio trequartista o affidarsi ai due attaccanti, tutto dipenderà dalle garanzie che potrà dare Paulinho quanto a tenuta fisica e risposta muscolare in una serata in cui sarà il gelo a farla da padrone.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti