Un commento

Palestre chiuse e vicenda
Mucca Viola, la procura
di Verona apre un'inchiesta

La Procura di Verona aprirà un’inchiesta sul giro delle palestre svuotate all’improvviso, riconducibile a un manager di Porto Mantovano, che a Cremona aveva visto la chiusura improvvisa della storica palestra ‘La Mucca viola’, a gennaio 2017. Ora è toccato anche a una palestra di Modena, la Master Fit, che in una notte è stata completamente svuotata di macchinari e attrezzi, ovviamente dopo che gli iscritti avevano pagato le quote.

Il copione è quindi lo stesso di Cremona, ma un episodio analogo si era verificato anche pochi mesi dopo la vicenda cremonese nel padovano e a Villafranca di Verona. Nel caso della Mucca Viola la società gestore, la Essemme, aveva dichiarato di aver ceduto la struttura, e che la chiusura era attribuibile alla nuova società di gestione, con sede a Torino. La palestra, non ha mai più riaperto. Era però emersa una situazione di stipendi non pagati e di quote mai restituite. Nel caso di Modena, gli utenti hanno pensato bene di rivolgersi alla finanza per le quote mai restituite. Ora a far luce su tutte queste vicende, arriva l’inchiesta aperta dalla procura di Verona.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • MENCIA

    niente ginnastica