Un commento

Gestione rifiuti e pratiche
sostenibili, nuova
tappa di UrbanWins

Quinta agorà di UrbanWINS (Progetto europeo triennale partito nel giugno del 2016 e finanziato dal Programma Ricerca ed Innovazione Horizon 2020) tenutasi a a SpazioComune. Tema dell’incontro la scelta delle “Azioni” che andranno a costituire il Piano d’Azione Strategico della città di Cremona per la prevenzione e gestione dei rifiuti. L’incontro ha concluso una prima fase del progetto che ha visto l’importante collaborazione di cittadini e degli stakeholder del territorio: in questi mesi si sono confrontati su alcune priorità quali la prevenzione, gli stili di vita, gli acquisti consapevoli, la lotta allo spreco di materie prime ed energia, sulla necessità di migliorare le conoscenze in merito alle tematiche ambientali ed agli impatti delle attività antropiche. Oltre a dirigenti e funzionari del Comune di Cremona, capofila del progetto, presente anche l’Università IUAV di Venezia, partner scientifico insieme ad altri Istituti di ricerca. I rappresentanti della IUAV hanno illustrato le prossime attività ed il modello a supporto tecnico del progetto legato al metabolismo, in base al quale le città sono considerate alla stregua di organismi viventi che si nutrono, crescono e produco impatti e rifiuti nell’ambiente. Presente all’incontro anche esperti della società Està (Economia e Sostenibilità), Centro di ricerca e formazione attivo sulle tematiche della sostenibilità integrata con sede a Milano, che si sono soffermati sul tema delle eccedenze alimentari e dello spreco di cibo.

L’Assessore all’Ambiente Alessia Manfredini, accogliendo i partecipanti all’inizio dei lavori, ha ricordato l’importanza del progetto che punta sulla sperimentazione di soluzioni eco-innovative destinate a migliorare la prevenzione e la gestione dei rifiuti. L’Assessore ha inoltre ringraziato per la partecipazione attiva che ha caratterizzato le varie riunioni che si sono svolte sino ad ora: questo permetterà, nei prossimi anni, di declinare le priorità individuate in azioni concrete.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrea Ferrari

    E di distribuire i premi anche alla popolazione e non solo ai dirigenti del settore.Grazie.