Un commento

Bilancio Ambientale, Giunta
approva protocollo d'intesa
con organizzazioni sindacali

Prosegue l’impegno del Comune di Cremona sul fronte della predisposizione del Bilancio Ambientale, strumento volontario di trasparenza che l’Ente decide di adottare attraverso i propri organi istituzionali per fare conoscore ed aiutare a comprendere quali sono oggi gli effetti delle politiche territoriali sull’ambiente. Lo testimonia l’approvazione, da parte della Giunta, su proposta dell’Assessore Alessia Manfredini, del Protocollo d’intesa con i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil di Cremona: lo scopo è instaurare con le parti sociali un tavolo tecnico per un confronto costruttivo così da rafforzare e condividere i vari aspetti riguardanti il Bilancio Ambientale. Il 23 ottobre 2017 il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio Ambientale Consuntivo 2016 e il Bilancio Ambientale di Previsione 2017. Successivamente vi sono stati alcuni incontri con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali durante i quali sono state esposte le modalità seguite per la redazione di questo strumento di rendicontazione specifica e ne sono stati illustrati i contenuti più rilevanti.

Dopo gli incontri con i sindacati, vista la condivisione dell’importanza dei temi trattati, si è deciso di predisporre un protocollo d’intesa nel quale le parti convengono di avviare il confronto preventivo per la futura definizione del Bilancio Ambientale attraverso incontri con gli Assessorati di riferimento su ambiti specifici. Grazie a questa collaborazione, nell’ottica della diffusione della trasparenza amministrativa, si aprirà un tavolo tecnico di confronto mirato anche alla costruzione di un dialogo permanente tra istituzioni e portatori di interesse.

Le macro-aree utilizzate nella rendicontazione del Bilancio Ambientale sono 8 e saranno tutte oggetto di confronto. In particolare le macro-aree sono: verde urbano e sistemi naturali; mobilità sostenibile; sviluppo urbano sostenibile; acque; rifiuti; energia ed emissioni climalteranti; informazione, educazione e partecipazione; ambiente e salute, gestione ambientale, cquisti verdi e fauna urbana.

Il Bilancio Ambientale di previsione contiene a preventivo l’esplicitazione degli impegni politici, sia strategici che annuali, e costituisce il punto di partenza per la redazione del Conto consuntivo ambientale dell’anno successivo. Il Bilancio consuntivo Ambientale verifica a posteriori l’attuazione di quanto dichiarato a preventivo, gli effetti delle politiche e delle azioni attraverso la valutazione con indicatori fisici.

Questo strumento fornisce inoltre indicazioni utili a valutare il lavoro svolto, l’efficacia e l’efficienza delle politiche-azioni e costituisce il punto di partenza per la redazione dei Bilanci di Previsione per l’anno successivo. Grazie al Bilancio consuntivo vengono motivate anche le eventuali progettazioni che non è stato possibile condurre a termine.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Giri e giri di parole…..e alla fine? Il succo?dell’argomento?