25 Commenti

Pums, assegnata progettazione
Manfredini: 'Meno traffico,
più mobilità sostenibile'

Sarà l’Ati Redas Engineering Srl e TeMA Territorio Mobilità Ambiente Srl a curare la redazione del Piano Urbano Mobilità Sostenibile (Pums) e relativa procedura di Valutazione Ambientale Strategica (Vas) per un importo di 44.344,56 euro. La decisione è stata presa dal dirigente del Settore Lavori Pubblici e Mobilità del Comune a seguito della graduatoria stilata dall’apposita commissione giudicatrice incaricata di valutare le offerte tecniche pervenute dopo la pubblicazione della manifestazione d’interesse e la successiva procedura negoziata per l’affidamento della redazione del PUMS. Un passaggio importante nel percorso intrapreso perché Cremona, dopo 20 anni, disponga di un nuovo piano della mobilità.

Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è il documento strategico che ha lo scopo di orientare le politiche di mobilità cittadine per i prossimi 10 anni. Si tratta di uno strumento introdotto a livello comunitario con l’obiettivo di “sviluppare un nuovo concetto di piano capace di affrontare le sfide e i problemi connessi al trasporto nelle aree urbane in maniera più sostenibile e integrata”.

Il Pums “pone al centro della propria analisi gli uomini e le donne che vivono a Cremona, declinando il tema della sostenibilità da più punti di vista: ambientale, sociale, ed economica” spiegano dall’amministrazione. “L’obiettivo è proporre soluzioni che contribuiscano alla riduzione delle emissioni nell’atmosfera, alla valorizzazione dell’ambiente urbano, alla costruzione di un sistema di mobilità multimodale più equo e attento alla sicurezza degli utenti più vulnerabili, alla crescita del dinamismo di una città viva e aperta, sfruttando in maniera razionale le risorse dell’Amministrazione”.

Dopo la definizione del quadro conoscitivo, il Pums prevede la costruzione dello scenario di riferimento e di scenari di piano alternativi. Un procedimento di Vas valuterà questi scenari e avvierà una fase di consultazione con gli stakeholder.

“Nel corso degli ultimi anni Cremona ha compiuto un notevole sforzo per dare un segnale forte in termini di mobilità sostenibile, ad iniziare dall’approvazione del nuovo Piano della sosta e della mobilità del centro storico, ridisegnando le zone a traffico limitato e le aree pedonali, approvando il Biciplan, realizzando nuove piste ciclabili, per una lunghezza complessiva di 68 km rispetto ai 54 iniziali, avviando le procedure per costruire nei prossimi anni altre quattro piste ciclabili” continua il Comune in una nota. “Tra le varie azioni messe in campo, da evidenziare inoltre una forte attenzione alla mobilità pedonale, con Metrominuto, l’accordo per la posa di colonnine elettriche di ricarica e il bike sharing a flusso libero, nonché il cofinanziamento di 937.066 euro, pari al 60%, il massimo previsto, per il progetto ‘Territorio Cremona – Muoversi ogni giorno sostenibili e sicuri’ (per un importo complessivo di 1.581.379 euro) di cui il Comune di Cremona è ente capofila di partner pubblici e privati nell’ambito del Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa – scuola e casa – lavoro.

“Grazie al Pums – dichiara l’assessore alla Mobilità Alessia Manfredini – a Cremona si completerà il percorso intrapreso per una nuova mobilità e la città disporrà così di uno strumento che si propone di gestire la mobilità urbana confermando quelle politiche che, da un lato, si sono dimostrate vincenti e, dall’altro, ponendo l’accento su opportunità e nuovi scenari ancora inesplorati. Il tutto nell’ottica di diminuire il traffico, di non realizzare nuove strade, ma di incrementare la mobilità sostenibile e migliore la vivibilità della città “.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    “incrementare la mobilità sostenibile e migliore la vivibilità della città”
    Detto dall’interessata, mi vengono i brividi.

    • Alessia Manfredini

      Brividi ? A non far niente non si sbaglia, io preferisco sempre fare, e assumermi le mie responsabilità. Mi piacerebbe sapere il suo nome così il confronto può diventare diretto

      • Illuminatus

        Ringrazio della cortese risposta alla mia provocazione. Circa il mio nome potrei rispondere citando Ulisse, ma “Cremonese Preoccupatissimo” è più che sufficiente. Le mie valutazioni sul vostro operato fin qui sono condivise da molte altre persone. Ossequi.

        • Alessia Manfredini

          Di cose fatte c’è un lungo elenco. …basta volerlo leggere. Buona Pasqua

          • Illuminatus

            Contraccambio, signora.

    • Sorcio Verde

      Anche io ho i brividi, e ce l’anno oltre il 70% dei cremonesi che non ne possono più di PD e di idee sinistroidi. Infatti alle ultime elezioni politiche li hanno sonoramente trombati.

  • Gianluca

    Domanda stupida: perché bisogna sempre affidare a qualcun altro l’incarico di valutare, esaminare, progettare, ecc. non abitiamo in una megalopoli ma in un paesotto che possiamo attraversare per il lungo in un quarto d’ora. Non basterebbe girare un po’ in città e guardare come si muove la gente nelle zone più trafficate o più “difficili” e poi cercare le migliori soluzioni? Naturalmente gli incaricati devono essere cremonesi non forestieri.

    • Alessia Manfredini

      Tutte le città per redigere il Pums affidano incarichi esterni. Vale anche per il Pgt. Ci vogliono professionalitá e competenze l. E al momento non ci sono in Comune. Dopo 20 anni si parla di pianificazione in materia di trasporti. Un deciso passo in avanti

      • Gianluca

        Apprezzo l’interessamento anche se continuo a non condividere. In ogni caso dicendo che al momento in Comune non ci sono le necessarie competenze non fa un complimento a coloro che lavorano per l’amministrazione. Buona Pasqua.

        • Alessia Manfredini

          E’ soltanto la fotografia della situazione esistente. Solo che i costi degli incarichi rispetto al passato sono diminuiti. Ps: i progetti delle 4 piste ciclabili sono a firma di un ingegnere dell’amministrazione provinciale.

        • Michele Bufano

          non è mica un disonore riconoscere di avere conoscenze e competenze limitate..anzi, io diffido da chi sa di sapere tutto e da chi si dice competente a fare tutto, ognuno è bene che faccia ciò per cui ha studiato, per cui si è formato, e si spenda negli ambiti in cui ha esperienza e/o competenza!!

          • Gianluca

            Sicuramente non è un disonore riconoscere di non poter essere competenti su qualsiasi materia ( io stesso non lo sono). Ma nell’ambito dell’amministrazione ci saranno pure figure con esperienze varie che al di là delle diverse collocazioni politiche hanno maturato anzianità nel settore. Oppure dobbiamo sempre ritenere come sbagliato ciò che era stato deciso/previsto/progettato dai predecessori e quindi dover per forza rifare ex novo qualsiasi cosa per intestarsene il merito? Questo è comunque un discorso molto più ampio.

    • Michele Bufano

      perché bisogna sempre affidare a qualcun altro l’incarico di valutare, esaminare, progettare? perchè amministrare una città è una cosa molto complessa, e serve anche avere l’umiltà e l’onestà di riconoscere dove mancano certe competenze. redigere un piano della mobilità non è una cosa che può fare chiunque, e sicuramente non si fa “girando un po’ in città, guardando come si muove la gente.. e poi cercare le migliori soluzioni” .

  • Sorcio Verde

    Metti il caso che la società incaricata dica che bisogna fare la strada sud….chissà cosa si inventeranno i nuovi geni per perdere ancora piú voti.

    • Illuminatus

      Il bianchetto?

      • Sorcio Verde

        Sbiancati erano quelli del PD con i risultati delle ultime elezioni politiche.

    • Alessia Manfredini

      Gli indirizzi politici sono altri e noti da tempo. Le linee guida del PUMS approvati vanno decisamente in un’altra direzione. Stop strade e più mobilitá sostenibile

      • Illuminatus

        Visto che Lei ci legge, mi permetto di chiedere: la Mobilità Sostenibile esattamente che cos’è?

        E’ percorrere in auto ogni volta 2-3 km in più, inquinando di conseguenza, perché avete deciso percorsi tortuosi come il sottopassaggio di via Brescia?

        E’ costringere una popolazione sempre più vecchia (dati alla mano) ad andare in bicicletta quando magari nemmeno può?

        E’ costringere alla chiusura i negozi di quartiere, causa inaccessibilità in auto, con il risultato che per prendere un etto di prosciutto mia suocera deve prendere il taxi ed andare all’Ipercoop?

        E’ l’apertura di sempre più supermercati in zona periferica, che si raggiungono per forza solo in auto?

        E’ rifiutarsi di affrontare il problema grave di Via Giordano, anzi, aggiungendovi un altro supermercato con relativo traffico (sostenibile?)?

        Se si vuole ridurre l’inquinamento per prima cosa chiuderei l’inceneritore – come da voi promesso in sede elettorale – ma no, questo no, limitiamo piuttosto le libertà individuali.

        Sono in migliaia che la pensano come me – voleva il confronto? Ci risponda, grazie.

        • Alessia Manfredini

          Incontriamoci. Prenoto sala eventi in piazza Stradivari? Mi dica quando ? Buona serata

          • Illuminatus

            Lei non deve rispondere a me, non sono nessuno. Lei, come assessore, deve rispondere alla città intera. Una città che sta morendo. Buona serata anche a Lei.

          • Alessia Manfredini

            Rispondo sempre anche quando i “luoghi” non sono ufficiali. Alla prova del confronto diretto vedo che è che lei che scappa.

          • Illuminatus

            Allora risponda alle mie domande, per favore. Non scappo affatto, sono qui.

          • Michele Bufano

            Io non perderei l’occasione di un confronto diretto con l’amministrazione su temi complessi come questi. L’invito ad un dialogo di persona è sicuramente più utile che qualche riga di commento. Sempre che interessi davvero approfondire l’argomento..

          • Andrea

            Hai chiesto e ti sta dando l’opportunità. Se davvero ti interessa e non è polemica da bar ti consiglierei di andare. E’ parecchio tempo che ti lamenti di questa amministrazione (direi legittimamente perchè ognuno è libero di farlo), il fatto che ti abbiano offerto un incontro è un gesto molto nobile secondo me. Se ti lamenti qua ma non sei disposto a parlarne è polemica sterile.

      • Sorcio Verde

        L’indirizzo politico che che vi/le ha fatto perdere le elezioni. Bravi! Se avete già deciso perché spendere soldi in studi ?