Commenta

judo e disabilità
Al Kodokan gemellaggio
con Genova

Tatami affollatissimo al Kodokan Cremona per la lezione aperta che ha suggellato il gemellaggio tra Cremona e Genova, nell’attività di judo per allievi con disabilità intellettiva. Insieme agli allievi e agli operatori che ordinariamente lavorano col Kodokan (Lae, Cdd Cremona e Pessina, Agropolis, Cdd Regona e Orzinuovi) nel dojo di via Corte sono arrivati i ragazzi dell’Anffas di Genova, avviati al judo Maestro Pino Tesini, che con Giorgio Sozzi iniziò questa esperienza moltissimi anni fa. Dopo l’allenamento, che ha coinvolto in tutto circa 60 allievi con disabilità intellettiva, ragazzi, operatori e maestri di judo hanno pranzato insieme grazie alla gentile ospitalità dell’Oratorio San Francesco.

© Riproduzione riservata
Commenti