Commenta

La Cremo pareggia a Palermo
per 1-1: punto prezioso
per classifica e morale

Foto di repertorio

Palermo – Cremonese 1-1

Palermo (3-5-1-1): Pomini; Dawidowicz, Struna, Szyminski; Rispoli, Murawski, Jajalo (dal 22’st Accardi), Gnahoré (dal 43’st Trajkovski), Aleesami; Coronado; Nestorowski (dal 36’st La Gumina). All. Tedino.
A disp.: Maniero, Guido, Moreo, Rolando, Balogh, Chochev, Fiordalino, Fiore, Ingegneri.

Cremonese (3-5-1-1): Ujkani; Canini, Marconi, Garcia Tena; Cinaglia (dal 23’st Scamacca), Cinelli, Arini, Croce (dal 12’pt Macek), Renzetti; Piccolo (dal 44’st Sbrissa); Camara. All. Tesser.
A disp.: Ravaglia, D’Avino, Pesce, Scappini, Perrulli, Gomez.

Arbitro: Federico La Penna di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Enrico Caliari di Legnago e Valerio Vecchi di Lamezia Terme. Quarto ufficiale Manuel Volpi di Arezzo.

Gol: 16’st Coronado, 38’st Scamacca

Ammoniti: Aleesami, Garcia Tena, La Gumina, Arini

Espulsi: 8’st Tedino, 19’st Tesser

Corner: Palermo 7, Cremonese 5

Note: recupero 1pt+5’st

Cremonese in campo per ritrovare se stessa al Renzo Barbera di Palermo. Tesser cambia modulo e si affida a in 3-5-1-1, speculare ai rosanero, con la novità di Camara nell’undici titolare davanti a Piaccolo. All’11 Croce costretto a lasciare il campo in barella per l’ennesimo infortunio muscolare della squadra di Tesser, al suo posto Macek. Nel restituire palla agli avversari che avevano consentito l’uscita di Croce, Camarà sfiora il palo con un pallonetto involontario che scatena le proteste dei siciliani.

Al 20’ la prima vera occasione del Palermo con Coronado che sfiora il palo. Al 22’ sugli sviluppi di una punizione di Piccolo dalla destra, Garcia Tena di testa mette in rete, ma l’assistente segnala una posizione di off-side e l’arbitro annulla. Il ritmo non è alto, il Palermo sembra attendere il varco giusto per lanciare le punte, la Cremonese gioca di rimessa senza sbilanciarsi eccessivamente per non lasciare campo ai rosanero. Al 35’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Piccolo, Camara prova di testa ma colpisce l’esterno della rete. Il finale di tempo è tutto di marca grigiorossa con la Cremonese aggressiva così come aveva chiesto Mister Tesser. Al 45’ Gnahoré sfiora il palo alla destra di Ujkani. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0.

Secondo tempo che si apre con il Palermo che aumenta il ritmo. Al 4’ Murawski dalla distanza impegna Ujkani che devia in angolo. Al 7’ una ripartenza del Palermo favorisce Gnahoré che da buona posizione calcia sopra la traversa. Tedino, scatenato in panchina, viene allontanato dal direttore di gara. All’11’ Cremonese in gol ma ancora un fischio per off-side di Camara, anche se non è chiaro se il giocatore portoghese abbia toccato il pallone sul cross di Piccolo. Al 16’st Palermo in vantaggio con Coronado che mette in rete una respinta corta do Ujkani su tiro di Rispoli.

Al 18’ proteste dei grigiorossi per un tocco di mano in area di un avversario, non punito dall’arbitro che allontana mister Tesser dalla panchina. Al 23’ entra Scamacca per Cinaglia per un più offensivo 3-4-1-2. In pochi minuti due buoni palloni per Camara che non trova lo specchio della porta. La Cremonese ci crede, pressa il Palermo e al 18’ pareggia con Scamacca servito dalla sinistra da Marconi. L’11 grigiorosso può esultare con tutta la squadra al suo primo gol. Finisce così, 1 a 1, un punto importante per una squadra ritrovata.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti