Commenta

Invasioni Botaniche scaldano
i motori: il 28 e 29 aprile il
centro diventerà un giardino

Una passata edizione

Torna anche quest’anno il tanto atteso appuntamento con Le Invasioni Botaniche, l’ormai tradizionale kermesse dove i fiori e la primavera diventano protagonisti assoluti di una coloratissima due giorni nel cuore della città. L’appuntamento, presentato martedì mattina nel corso di una conferenza stampa, è per il 28 e 29 aprile, con un numero di espositori letteralmente raddoppiato rispetto alla passata edizione: saranno ben 120 tra florovivaismo, artigianato artistico, cosmesi naturale, prodotti biologici, piccolo antiquariato e oggettistica da giardino.

La rosa sarà la grande protagonista di questa edizione 2018, tanto che oltre ad essere il tema principale agli stand sarà anche il fiore di riferimento per i numerosi appuntamenti collaterali.

Due anteprime anticiperanno la manifestazione vera e propria: un corso di cucina botanica dal titolo ‘Non son tutte rose e fiori’ e la cena inaugurale dedicata alle rose, che si terrà nel vivaio Idea Verde Maschi.

“Nell’ambito di questa manifestazione stiamo facendo un vero e proprio restyling di piazza Roma, perché vogliamo sistemare il nostro giardino storico e valorizzarlo” commenta l’assessore Barbara Manfredini. “La cosa bella è che si trova sempre una finalità benefica nel mettere in campo manifestazioni come questa”.

Grande soddisfazione anche da parte di Eugenio Marchesi, presidente delle Botteghe del Centro, associazione che ogni anno si impegna a organizzare l’evento. “Appuntamento particolarmente importante è quello della ‘Cena delle Rose’, che arà allestita con grande cura e che racchiude uno scopo benefico. Il ricavato sarà devoluto all’Associazione italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica”.

Un’associazione che, come spiega la presidente Nazzarena Anelli, “si occupa del sostegno a persone e famiglie affette da questa malattia, che porta gradualmente alla completa perdita dell’autonomia del malato. Ogni anno inoltre cerchiamo di contribuire alla ricerca relativa a questa patologia”.

Numerose poi saranno le attività in programma nell’ambito della due giorni: degustazioni olfattive, incontri a tema, e via di seguito. “Abbiamo fatto uno sforzo notevole per mettere insieme questo programma, diviso in tre parti” spiega Cristiana Ferrari, art director. Il programma è articolato in tre parti: eventi a carattere ludico/divulgativo, installazioni di verde e un percorso artistico. La domenica  ci sarà un fiorista che confezionerà mazzi di rose presso la pagoda dei giardini di Piazza Roma”.

Le installazioni saranno sparse per la città: in via Guarneri del Gesù, dove sorgerà ‘Frammenti di natura’ del paesaggista Giovanni Ricca; in piazza Roma ci sarà ‘Il Giardino delle Rose’; in corso Campi spazio arredato con i mobili da giardino di Brunello Cucinelli, l’installazione di Idea Verde Maschi ‘Roses House’ e le ‘Inversioni Botaniche’ dello studio Fasarchitetti.

Protagonista anche l’arte, con diverse mostre a tema floreale sparse in diverse zone della città.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti