4 Commenti

Divieto di barbecue nei parchi
pubblici: primo banco di prova
per il nuovo regolamento

Primo banco di prova per quella parte del regolamento di Polizia Locale e convivenza civile che introduce il divieto di accendere fuochi nelle aree verdi pubbliche. Da Pasqua l’amministrazione comunale ha fatto collocare i cartelli con il divieto, in particolare in quei punti del parco sovracomunale del Po, dove le famiglie si ritrovano per i tradizionali pic nic. L’articolo 22 dispone che “il divieto è sempre previsto nei giardini storici Giovanni Paolo II, del Vecchio Passeggio e parco interno Colonie Padane. In tutte le rimanenti aree verdi e parchi i fuochi in parola sono consentiti unicamente nelle aree appositamente attrezzate nonché, nell’ambito di manifestazioni o gruppi organizzati, dopo aver conseguito l’autorizzazione da parte del competente ufficio del Comune di Cremona”. Un provvedimento che è in linea con quello adottato in tante altre amministrazioni comunali e sollecitato dalla stessa Polizia locale di Cremona, che adesso però, andrà fatto osservare, con multe che possono arrivare anche ai 300 euro.

In questi giorni il pericolo di incendi è aumentato anche in considerazione dei piumini del pioppi che tappezzano tutte le aree verdi a ridosso del fiume.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • brontolo

    Stamattina al parco al po almeno 5 o 6 barbecue accesi c erano…speriamo siano intervenuti i vigili…perche mi sa che i cartelli nn li hanno visti…

  • Mirko

    Percorro molto spesso il parco del po che va dall’osteria il mento, all’osteria il sales, e devo dire controlli zero, ho già avuto a che dire con persone che, pur essendo pista e strada chiusa, passano con moto scooter e auto, fanno grigliate e rompono gli alberi per la legna.
    Senza commentare gente che va sullo spiaggione a grigliare e dopo lascia tutto lì nella sabbia(bottiglie di vetro,piatti in plastica,sacchi dell’immondizia con dentro ogni cosa).
    Quello è parco del po e la forestale potrebbe passare durante i giorni di festa.. ..invece zero

  • Illuminatus

    Il vero problema non è tanto il barbecue quanto l’inciviltà di chi lascia in giro i rifiuti dopo.

  • Sorcio Verde

    Io proporrei la galera per chi accede un fuoco,fosse anche solo una sigaretta, perché inquina, produce cenere e sostanze inquinanti. Mangiamo tutti la carne cruda, come nell’era preistorica, evitiamo di inquinare inutilmente.