3 Commenti

Telefonino cucito nella tasca
della camicia per barare alla
patente. Indiano denunciato

Foto di repertorio di telefono e auricolare sequestrati dalla stradale in occasione di un altro tentativo di barare all'esame

Gli agenti della polizia stradale di Cremona hanno denunciato un cittadino indiano scoperto mentre cercava di superare l’esame teorico della patente di guida. Addosso, aveva un telefonino cucito all’interno della tasca della camicia. Il telefonino era posizionato all’altezza del petto ed era collegato ad una micro telecamera che inquadrava il monitor con i questionari. All’esterno, l’immagine arrivava direttamente ad un complice che suggeriva le risposte. E’ successo lunedì scorso presso la sede della Motorizzazione. Un illecito, quello di cercare di superare l’esame teorico della patente di guida con queste particolari strumentazioni, monitorato da tempo grazie alla collaborazione tra gli agenti guidati dal comandante Federica Deledda e la direzione della Motorizzazione. Numerosi, nel corso degli anni, i cittadini extracomunitari finiti nei guai con la giustizia. Lunedì, in particolare, il funzionario della Motorizzazione si è insospettito dallo strano atteggiamento dell’indiano che sembrava agitato e che continuava ad alzare il busto per inquadrare al meglio il monitor con le domande. Ne è seguito poi l’intervento della stradale che ha scoperto l’armamentario usato per barare, facendo scattare una denuncia nei confronti del cittadino indiano.

Sara Pizzorni 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Eeeeeee via altro giro altro regalo

  • coD77

    Si vede che non aveva 4 mila € per comprarsela come fanno molti italiani

  • Sorcio Verde

    Noo! Non ci posso credere! Uno straniero che commette reati? Non può essere, ci sarà un errore!