2 Commenti

Travis Diener trascina
la Vanoli alla vittoria
su Brescia: 88-86

foto di repertorio

La Vanoli vince 88-86 il derby con la Germani Brescia al termine di una splendida partita, fondamentale per mantenere viva la speranza di raggiungere i playoff.  Dopo essere stata in vantaggio per quasi tutto il match, la Vanoli subisce negli ultimi minuti la rimonta di Brescia ma dimostra carattere nel non mollare nelle battute finali e, con la classe di Travis Diener, trova a 18” dalla fine la tripla che vale l’ultimo sorpasso, difeso alla morte sull’ultimo possesso di Brescia.

Tanti tifosi bresciani al Palaradi, ma stavolta è fischiatissimo fin dall’inizio dai cremonesi il grande ex Luca Vitali; la Vanoli parte forte, con una difesa aggressiva che costringe Brescia a molte palle perse e innesca contropiede e triple: 18-11 al 7° e Diana chiama time out. L’inerzia resta a favore di Cremona e il primo quarto si conclude sul 26-19.

Nel secondo quarto la Vanoli continua a colpire da 3, con Milbourne e due volte di fila con Travis Diener e a metà tempo è avanti di 9. La Germani prova la difesa 3-2 ma Travis la buca ancora dall’arco: 38-31 a 3’30” dalla pausa lunga. Quando mancano due minuti alla fine, la statistica più sorprendente è che a Brescia è stato fischiato un solo fallo in tutto il match; il quarto si chiude con Johnson-Odom che si guadagna con astuzia (e realizza) tre tiri liberi a 4” dalla fine per il 43-35.

Il terzo quarto si apre con un mini-break di 5-0 per Brescia; nella Vanoli Sims costringe Hunt a tre falli consecutivi e dopo due minuti e mezzo Cremona è ancora avanti di 11 (54-43), difendendo forte sul cannoniere Landry. Johnson-Odom è on fire (20 punti a -4’30” da fine terzo quarto), Fontecchio stoppa Landry e propizia il +14 (64-50). Brescia però dimostra presto di valere il terzo posto in classifica e con due triple di fila di Landry si riavvicina a -6 (68-62). Il quarto termina con un tiro libero per fallo tecnico fischiato a Luca Vitali, che sancisce il 69-62.

Alla ripresa del gioco, la difesa aggressiva di Brescia toglie fluidità all’attacco Vanoli; 69-66 dopo un minuto e mezzo. L’atteggiamento dei bresciani è però indisponente, con continue proteste che portano a un tecnico a coach Diana. Martin non è efficace in attacco ma si fa valere in difesa e a rimbalzo; la Germani però sorpassa sul 76-77 a 3’50” dalla fine, sull’asse dei fratelli Vitali (10 assist alla fine per Luca) e della difesa di Ortner su Sims. Meo Sacchetti prova a schierare tre piccoli (DJO, Travis e Ruzzier) e la partita ormai è un testa a testa, con l’inerzia che sembra a favore di Brescia, avanti 80-82 a 1’43” dalla fine e poi 83-86 all’ultimo minuto. Poi l’epilogo, con la tripla dall’angolo di Travis Diener, l’ultimo tiro di Brescia che non trova il canestro e il Palaradi che esplode di gioia per una vittoria davvero pesante dei biancazzurri. (andrea serafini)

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    partita stupenda da ricordare negli annali del basket Cremonese

  • cristian

    Grande Vanoli Cremona !!!