Ultim'ora
31 Commenti

Mobike lascia Cremona
Pochi utenti, dal 15 maggio
addio alle bici arancioni

Flop del servizio Mobike, che il 15 maggio, con il termine della sperimentazione, dirà addio a Cremona. Nel corso dei sei mesi sperimentali il servizio, dopo il primo periodo di afflusso significativo, si è attestato su numeri non competitivi e non economicamente sostenibili per la società privata cinese che lo gestisce.

Secondo l’amministrazione comunale, questo risultato “è dovuto soprattutto alla disponibilità dalla maggior parte dei cremonesi di biciclette di proprietà (almeno due per ogni famiglia)”. Ciò nonostante, evidenzia ancora il Comune in una nota, “l’attenzione da parte dell’amministrazione comunale verso la mobilità sostenibile e la ciclabilità – anche coniugata alle nuove tecnologie – resta alta e continua. Infatti il Comune sta lavorando con Lgh e A2A ad un progetto più ampio di mobilità sostenibile più adeguato alle esigenze dei dei cremonesi”.

“La sperimentazione di MoBike è stata positiva in quanto ha consentito di testare una forma di ciclabilità innovativa, è stata inoltre utile anche per raccogliere dati ed informazioni utili per scelte più strutturali su un bike sharing maggiormente funzionale e moderno e, in generale, sulla ciclabilità in termini di smart city” si legge nella nota del Comune. Gli utenti MoBike possono utilizzare il credito residuo fino al 15 maggio a Cremona e successivamente in tutte le città in cui è attivo tale servizio.

© Riproduzione riservata
Commenti