Ultim'ora
13 Commenti

Agente accoltellato, il
Coisp insorge: 'Necessario
dotare i poliziotti di taser'

Il sindacato di polizia Coisp Cremona insorge contro l’ennesima violenza nei confronti di poliziotti in servizio, consumatasi nella sera di lunedì 23 aprile, quando un agente intervenuto nell’ambito di una lite condominiale è stato accoltellato e quasi scaraventato giù dalle scale, mentre un secondo poliziotto ha subito altre violenze fisiche, compreso un morso sul petto.

“La prima considerazione da fare riguarda l’alto senso del dovere, l’abnegazione e la professionalità dei poliziotti intervenuti” dichiarano Claudio Sposito e Nico Conte,
rispettivamente segretario generale provinciale e il suo vice del Coisp di Cremona. “A questi agenti facciamo i nostri più sinceri complimenti e auguriamo loro una pronta guarigione”.

Ma i sindacalisti si scagliano anche contro la carenza di dotazioni per l’autodifesa. “Da anni questa Organizzazione sindacale, a livello nazionale, combatte per fornire alle Forze dell’Ordine migliori strumenti”. Come appunto lo spray urticante utilizzato dagli agenti per mettere fuori combattimento l’aggressore. Ma per il Coisp servirebbe qualcosa in più, come “l’introduzione della pistola Taser, ormai diffusa in altri Stati Europei per preservare l’incolumità dei poliziotti e delle persone da bloccare. Concludo rivolgendomi a chi può cambiare il corso di tutta questa violenza chiedendogli: ma quanto tempo occorre per riuscire a capire la gravità della situazione?”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti