Commenta

Cremona per il secondo anno
ai vertici del Rating dei menù
scolastici secondo FoodInsider

Per Cremona secondo anno consecutivo ai vertici della classifica del Rating menù scolastici, elaborata dall’associazione FoodInsider, alla sua terza edizione. Il menu di Cremona che ha totalizzato 164+4 punti – secondo gli esperti, “si distingue per essere il più equilibrato”, come confermato dal voto dei membri del Comitato Scientifico che quest’anno hanno contribuito a titolo volontario e gratuito a dare sostanza e contenuti ai risultati del Rating. Tra le motivazioni della scelta di Cremona, “gusto e salute, ricette sane e gustose, la presenza di due menù standard e la formazione dei cuochi”.

Ma ci sono anche questioni da migliorare, come l’eccessivo apporto proteico: secondo FoodInsider, Cremona è infatti l’unica città in cui su 20 pasti sono presenti 20 fonti proteiche, sebbene tutte molto varie, con una buona predominanza di pesce.

La terza edizione del Rating vedrà una premiazione in collaborazione con CARE’s – The ethical Chef Days, evento dedicato alla gastronomia etica e sostenibile, in occasione del quale lo Chef 3 stelle Norbert Niederkofler premierà le mense che si sono maggiormente distinte. Il dato che emerge dal confronto è una lenta ma progressiva tendenza a recepire le Raccomandazioni dell’Oms e del Codice Europeo contro il Cancro.

Evoluzione che si coglie con l’introduzione di cereali integrali biologici, soprattutto al nord Italia, una riduzione della carne conservata e dei dolci a fine pasto. Si registra anche una leggera diminuzione di carne, anche se quella rossa dominaa dispetto di quanto indicato nelle Raccomandazioni dell’OMS.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti