3 Commenti

In tribunale arrivati 4 nuovi
giudici. Soddisfatto Bersani:
'400 sentenze in 4 mesi'

Nella foto, da sinistra Calabro’, Moro, Petrosino e Tagliaferri

Da oggi sono entrati in servizio in tribunale a Cremona quattro nuovi magistrati togati. L’immissione in possesso dei nuovi giudici, due donne e due uomini, si e’ svolta davanti al presidente Giuseppe Bersani e ai giudici Francesco Beraglia e Maria Stella Leone. I nuovi arrivati sono Chiara Tagliaferri, 29 anni, di Milano, che lavorerà nel penale, Annalisa Petrosino, 30 anni, di Napoli, Luigi Enrico Calabrò, 29 anni, di Catania, e Daniele Moro, 33 anni, di Varese, che si occuperanno del settore civile. Per tutti è il primo incarico. La Tagliaferri ha svolto l’uditorato a Milano, la Petrosino è ‘figlia d’arte’: la sua mamma è magistrato e suo nonno è stato sostituto procuratore a Napoli. Calabrò è entrato in università con l’obiettivo di fare il magistrato: “All’inizio pensavo al penale, ma poi mi ha affascinato il civile”, mentre Moro, che ha deciso di fare il giudice mentre frequentava Giurisprudenza, gioca al pallone e di recente ha vinto un torneo a Bari tra sardi e lombardi in rappresentanza dei magistrati.

“Siamo in un’ottima situazione”, ha commentato soddisfatto il giudice Bersani, presidente della sezione penale che sta facendo le veci del presidente del tribunale, la cui elezione è attesa a giorni. “La situazione del civile è quasi paradisiaca, quella del penale lo sta diventando. Abbiamo avviato una macchina che sta viaggiando ad alti livelli di efficienza”. Il presidente Bersani ha annunciato ufficialmente la prossima partenza del giudice Letizia Platè, che da settembre sarà in corte d’appello a Brescia. “Ma a livello di personale siamo a posto”, ha sottolineato, “adesso sta a noi continuare a lavorare bene. Dobbiamo smaltire l’arretrato in procura, ma grazie al procuratore Roberto Pellicano l’obiettivo si sta raggiungendo”. “Nel primo quadrimestre”, ha ricordato il presidente, “nel penale sono state emesse 400 sentente, più di 100 al mese. Se ne potrebbero fare di più, ma ci sono solo due aule e solo tre cancellieri, di cui due sono presenti in udienza, mentre uno deve stare in cancelleria. Sono inoltre arrivati tre assistenti, ed è già un buon risultato”. “E’ vero”, ha concluso il presidente, “hanno fatto domanda di ricongiungimento familiare, ma intanto sono qui”.

Sara Pizzorni

I quattro nuovi magistrati con il presidente Bersani, il procuratore Pellicano, i giudici Leone e Beraglia, la dirigente del tribunale Laura Poli e il segretario della cancelleria di presidenza Lelio Saliola

© Riproduzione riservata
Commenti
  • fulvio rozzi

    credo che per passato remoto, passato prossimo e presente si possa e debba ringraziare la magistratura locale

  • Roberto

    Le due donne non sono niente male!

  • Giorgia Giorgia

    In una città tranquilla come Cremona ????