Un commento

Taglio del nastro
per la nuova sede
della Croce Rossa

foto Sessa

Taglio del nastro questa mattina per la nuova sede della Croce Rossa in via Persico 40, negli ex locali dell’Enel. Alla cerimonia iniziata alle 10,30, hanno partecipato tutti i rappresentanti delle forze armate e delle associazioni d’arma. Dopo l’inno di Mameli intonato dalla banda Città di Cremona, si è tenuta la Messa concelebrata da mons. Achille Bonazzi e don Antonio Pezzetti. Al taglio del nastro, oltre alla presidente (dallo scorso dicembre)  del comitato locale Loredana Uberti, c’erano il sindaco Gianluca Galimberti, l’assessore Mauro Platè, il consigliere provinciale Alberto Sisti. Ma la festa è stata soprattutto l’occasione per un meritato riconoscimento al ruolo dei tanti  volontari (280 quelli iscritti alla Cri cremonese; un centinaio quelli effettivamente attivi), che ruotano attorno a questa associazione fondamentale per i servizi di pubblico soccorso sanitario e presente  anche in una serie di attività meno appariscenti, come il telesoccorso, per persone fragili che vivono a domicilio ma per cui deve essere assicurata assistenza immediata in caso di bisogno, o per l’unità di strada che fornisce assistenza, pasti caldi e indumenti ai senza tetto. Fondamentale poi la presenza dei mezzi e del personale CRI in occasione di feste e manifestazioni, con diversi operatori impegnati proprio questa mattina. All’ingresso, dentro una tenda è stata allestita una piccola mostra di oggetti e divise storiche del comitato.

Il  Comune, per facilitare l’accesso pedonale alla nuova sede, ha realizzato un attraversamento pedonale rialzato sulla trafficatissima via Persico, in corrispondenza del parcheggio del parco Asia. g.b.

fotoservizio Sessa

La presidente del comitato locale CRI, Loredana Uberti

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Un grazie a queste persone indispensabili e insostituibili, a chi lo fa per lavoro e a chi lo fa come volontario