3 Commenti

Festa del Torrone 2018,
due le offerte
per l'organizzazione

Un'immagine dello spettacolo conclusivo della festa del Torrone 2017

Sono due le ditte che hanno presentato un’offerta per l’organizzazione della festa del Torrone 2018, con possibilità di prolungamento per l’anno successivo. La commissione comunale per l’aggiudicazione del bando si è riunita in prima seduta questa mattina per un primo esame formale delle offerte: una proviene dall’organizzatore delle ultime edizione, Sgp di Stefano Pellicciardi; un’altra da una ditta di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia, la Ideal Project factory srl.

Successivamente la commissione si riunirà nuovamente in seduta riservata per l’attribuzione dei punteggi relativi alle offerte tecniche. Una volta che si saranno concluse le sedute riservate si terrà la seduta aperta al pubblico nella quale saranno letti i punteggi attribuiti alle offerte tecniche ammesse e all’affidamento provvisorio al concorrente che ha totalizzato il punteggio complessivo più alto. L’affidamento definitivo sarà subordinato alla verifica, nei confronti dell’affidatario, dei requisiti richiesti per la partecipazione.

Le linee guida allegate al bando, scaduto lo  scorso 11 maggio, prevedono che “il progetto dovrà svilupparsi sulla valorizzazione del prodotto torrone in relazione con la storia, la cultura e le tradizioni cremonesi, collegando il tema dell’evento al periodo storico del Novecento con particolare riferimento a Mina, in quanto la città festeggerà i suoi 60 anni di carriera e l’arte pittorica locale del periodo. Dovranno essere previste iniziative culturali, di spettacolo, di animazione e di degustazione rivolte a varie fasce di età e di forte richiamo turistico, prendendo anche in considerazione dei prodotti e piatti tipici del territorio East Lombardy (Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova), territorio insignito del titolo di Regione Europea della Gastronomia 2017.
L’evento si svolgerà nel periodo compreso tra due weekend del mese di novembre, da sabato 17 a domenica 25 novembre.
Gli spazi coinvolti dovranno rientrare nell’ambito della zona a traffico limitato, anche se dovranno essere valorizzate la centralità di Piazza Stradivari, Piazza del Comune, Piazza Marconi e le vie limitrofe, nonché le vie di confluenza, da Piazzale Libertà e Piazza Risorgimento, in particolare Corso Garibaldi, Corso Campi e Corso Mazzini. E’ prevista la convivenza con la presenza dei mercati bisettimanali, lasciando però a disposizione dell’organizzazione Piazza Stradivari”.

Il Comune mette a disposizione un finanziamento da 27mila euro per ciascuna annualità. Il resto va trovato attraverso sponsor dall’organizzatore.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • brontolo

    Sara pure nata a Cremona,ma nn mi sembra che Mina sia mai stata cosi attaccata e abbia fatto alla città tanto da continuare ad includerla in attivita e manifestazioni dedicate,seppur in parte,a lei ,senza cmq che io le voglia negare il fatto che abbia avuto un invidiabile carriera e doti indiscutibili.
    Magari mi sbaglio…

    • bakabuta

      Infatti si sbaglia, Mina non è nata a cremona

      • brontolo

        Si ok nn é nata…si é teasferita a 2/3 anni…va beh…poco importa cmq grazie per la precisazione