9 Commenti

Gare di boxe in pieno
giorno sotto la pagoda dei
giardini pubblici - IL VIDEO

Una segnalazione preoccupante, quella che giunge dal video che mostra due persone intente ad un incontro di boxe, sotto la  pagoda dei Giardini Pubblici alle 4 di un pomeriggio qualsiasi. Immagini che evidenziano lo stato di degrado, ma soprattutto di totale abbandono da parte di chi dei giardini pubblici dovrebbe essere custode, il Comune, che ha tra i suoi compiti quello della tutela della sicurezza e della quiete pubblica per chi i giardini li vive quotidianamente: bambini, famiglie e anziani.

Del presidio della polizia locale non c’è traccia, nessun controllo durante il giorno, nessuno che faccia rispettare le regole, tanto che soprattutto la sera in pochi si azzardano ad attraversare i giardini.

Dopo quest’ultimo episodio sale il malcontento del presidente del comitato quartiere Centro Paolo Marcenaro che raccoglie le legittime proteste di chi lì ci abita e deve sopportare chi gioca al pallone nell’aiuola centrale che si trasforma fino a tarda notte in un campo da calcio, di chi bivacca o si stravacca sulle panchine, o di chi , come in questo caso, organizza incontri di boxe, proprio come in un film di qualche anno fa con Brad Pitt, “Fight club”. L’ incontro, si è poi spostato sotto le montagnole, altra zona off limits soprattutto di sera.  “Da questa situazione, che tra l’altro va avanti da anni, non se ne esce e bisogna far presto”, spiega Marcenaro. Ed ecco allora che prende ancora quota la proposta che il presidente del quartiere centro aveva lanciato qualche anno fa, ignorata dalla pubblica amministrazione: chiudere i giardini pubblici di piazza Roma con una cancellata, e alle otto della sera tutti fuori. Insomma, un triste ma per molti necessario, ritorno al passato.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    Beh, magari noi non lo sappiamo, ma fa parte del programma di “fare nuova la città” vivacizzandola no?

  • Mario Rossi ₷ᶌ

    Però…

  • Stante59

    Una risposta immediata dell’amministrazione. Stiamo scherzando con il fuoco.

  • Michele Aglio

    A parte che è lo Stato ad essere competente in fatto di ordine e sicurezza pubblica e non il Comune. Ma chi ha fatto il video non ha poi chiamato le Forze dell’Ordine?? Carabinieri e Polizia di Stato?? Cioè il 112??

    • Giacomo Zaffanella

      Poco tempo fa hanno camminato su auto in sosta, abbiamo chiamato le forze dell’ordine, documentato con filmati….dalla stampa abbiamo appreso che sono stati identificati gli autori….a distanza di quasi un mese però nessuno delle forze dell’ordine si è fatto vivo per informare i danneggiati….è un sistema che funziona? io dico di no, la fiducia nelle forze dell’ordine deve essere meritata coi fatti. Se il cittadino percepisce uno scaricabarile tra polizia che passa ai carabinieri, che passano ai vigili….poi i risultati sono questi!

  • Gianluca

    Scommettiamo che domani ci sarà un presidio della Polizia Locale?

  • Andrea

    Forse a qualcuno sfugge che un agente di polizia locale è un dipendente comunale…per gli incontri di boxe clandestini servono polizia o carabinieri, la locale non ha preparazione nè tantomeno lo stipendio adeguato per interventi del genere

    • Giacomo Zaffanella

      quindi con quanti soldi in più di stipendio si potrebbe intervenire?

      • Andrea

        Si, e divisione delle competenze. Un vigile non ha addestramento e competenze per intervenire in cose simili, ma se la logica è del “chissenefrega, è un vigile e quindi si deve buttare” prego, portala pure avanti questa battaglia sterile. Voglia di fare e voglia di prenderle sono due robe diverse, ad essere in un vigile vado a sedare un litigio magari, ma in caso contrario chiamerei la polizia. E le forze dell’ordine che dici tu sono proprio quelle preparate ed addestrate, per esempio i carabinieri fanno parte dell’esercito, siamo uno dei pochi paesi che ha una forza di polizia dell’esercito, se non l’unico. E ha addestramento, competenze e stipendio molto piu adatti a smorzare cose simili. Il vigile lo chiamo se una macchina mi ha parcheggiato davanti al cancello o cose simili.