Commenta

La scienza dà spettacolo nella
notte bianca della tecnologia
IL PROGRAMMA COMPLETO

La tecnologia a braccetto con la cultura di una Cremona pregna di storia si uniscono in un matrimonio che si celebrerà sabato 9 giugno, nell’ambito della Tec-Night, che quest’anno è alla sua seconda edizione. Una vera e propria notte bianca dedicata alla tecnologia, dove reale e virtuale si fondono in un vero e proprio tripudio di eventi.

Insomma, a un anno esatto dall’inaugurazione del Crit – Polo per l’Innovazione Digitale, Cremona rivendica con questa manifestazione il proprio ruolo di capitale di quell’ecosistema digitale, che quest’anno si declina nel rapporto tra tecnologia, ambiente e innovazione. Insomma, continua l’evoluzione del Polo tecnologico: nasce infatti il nuovo polo Smart & Green, hub di ricerca che vede Cremona in prima linea sul fronte delle tecnologie smart e dell’ecosostenibilità.

Esso vede da un lato il potenziamento e l’espansione dei progetti Ict per la promozione di servizi mobile e di sicurezza informatica che rafforzino il ‘sistema Cremona’, dall’altro – attraverso la creazione della nuova società Linea Green – la definizione di un piano di investimenti ‘ecosostenibili’ che attualmente prevede un impegno di 30 milioni di euro di cui 24 nei comparti del teleriscaldamento e dell’efficienza energetica e la parte rimanente negli impianti di produzione di energie da rinnovabili quali biomasse e idroelettrico.

“Cremona prosegue nel percorso che l’ha portata, dodici mesi fa, a salutare l’inaugurazione del proprio Polo per l’Innovazione Digitale con la prima edizione della Tec-Night” ha commentato Carolina Cortellini, presidente del Crit, nel corso della conferenza stampa per la presentazione dell’evento. “Quest’anno i temi identificativi della ‘notte bianca’ della tecnologia saranno due: l’essere smart e l’essere green, i due temi strategici del Polo per l’innovazione Digitale”.

“Per noi è fondamentale essere presenti ad un evento come questo” commenta il presidente di Lgh Antonio Vivenzi. ” L’essere smart è identificare il volano dell’innovazione e del cambiamento nelle tecnologie, in particolare nei territori non metropolitani come quello cremonese, sviluppanto tutte le loro potenzialità. ’essere green invece è un tratto identificativo di una comunità che sceglie un approccio concreto e aperto alle nuove esperienze nel riciclo, nel recupero, nell’energia rinnovabile”.

Massimo Siboni, Presidente di AEM Cremona e consigliere di A2A Smart City, ha voluto invece ribadire “l’importanza dello sviluppo, a Cremona, di una smart land, portando nuove professionalità che da altre parti d’Italia arriveranno a lavorare al Polo tecnologico”. Secondo Siboni, infatti, “Innovazione e ambiente sono alleati per le comunità locali nell’intento di garantire una qualità della vita all’altezza delle aspettative delle persone. L’idea di Smart Land è quindi un concetto parallelo e che integra quello di città intelligente, in cui la componente tecnologica è un fattore di agevolazione nei processi di innovazione, condivisione e partecipazione attiva da parte dei cittadini utilizzatori. Un’idea che idea si basa su una accezione dinamica, elastica ed evolutiva del territorio”.

Grande la soddisfazione degli amministratori comunali, come emerge dalle parole del sindaco Gianluca Galimberti e dell’assessore Barbara Manfredini. “La Tec-Night è un evento che racconta quanto sta avvenendo in città, lo sviluppo economico legato ad aziende che si sono insediate o si sono rafforzate a Cremona in questi anni” ha sottolineato Galimberti. “Un evento che valorizza le aziende cremonesi che lavorano ogni giorno in questo ambito, le scelte fatte di sviluppo del Polo Tecnologico e di rilancio di Lgh, la presenza di A2A Smart City in città, i progetti concretissimi che sono in atto su sicurezza, mobilità sostenibile e ambiente. E’ anche l’occasione per presentare quanto fatto e quanto da fare sull’applicazione delle nuove tecnologie nella pubblica amministrazione di Cremona”.

“Sono molto contenta per un evento che porta Cremona ad essere fortemente attrattiva dal punto di vista turistico, coniugando le bellezze artistiche e culturali della città a una tecnologia che le valorizza” ha aggiunto l’assessore Manfredini. Soddisfazione condivisa anche da Paolo Regina, segretario generale di Confcommercio Cremona, che ha collaborato attivamente all’evento.

“Dopo lo straordinario successo dello scorso anno la seconda edizione della Tec-Night si ispira all’evoluzione di quel progetto di innovazione digitale che trova nella città di Cremona il suo luogo d’elezione” ha concluso Stefano Pelliciardi di SGP Events. “Un luogo per aprirsi, quindi, a molteplici altre esperienze nel segno del divertimento e dello stupore. Il programma di quest’anno è pensato per esplorare in modo ampio le possibilità della tecnologia applicata ai più diversi ambiti”. Ma vediamo quali sono gli appuntamenti salienti.

REALTÀ VIRTUALE: CREMONA ROMANA E SCENARI FUTURISTICI. I visori per la realtà virtuale sono tra i protagonisti della Tec-Night. Il pubblico sperimenterà il brivido di camminare su un precipizio ‘fantasma’ con le creazioni visionarie del laboratorio Uqido e poi, tramite gli Oculus, verrà ‘catapultato’ nella Cremona di epoca romana per ‘muoversi’ all’interno della Domus del Ninfeo grazie alle ricostruzioni realizzate da Pro Cremona. Utilizzano un controller VR anche gli Uochi Toki, duo rap d’avanguardia che mette in relazione suono e immagine in uno show mozzafiato.

MUSICA HI-TECH: DAL TRIBUTO A MINA AGLI ANDROIDI LEGO. C’è tanta musica ultra-tecnologica nel cartellone di Tec-Night. A partire dall’omaggio a Mina in occasione dei suoi 60 anni di carriera: la voce della Tigre di Cremona risuonerà attraverso le pulsazioni di un ‘coro di luce’ costituito da 36 colonne luminose. E poi il live di una band di musicisti-Lego (proprio i celebri mattoncini!) che eseguirà brani ispirati Kraftwerk, Depeche Mode e Daft Punk, il concerto sinfonico olografico del maestro Federico Longo, la performance del pianista-robot TeoTronico che interpreta brani classici come un vero virtuoso e il magico sound degli idrofoni, strumenti che fanno risuonare l’acqua attraverso la luce. Ancora musica (ma senza far rumore!) con la Silent Disco: saranno 1.000 le cuffie wi-fi distribuite per far ballare il pubblico sui brani selezionati da tre djs.

ARTENTAINMENT. Con la Tec-Night, inoltre, l’arte sposa l’intrattenimento mediante la tecnologia. Con The Green Show (anche in anteprima il 2 e 3 giugno al centro commerciale CremonaPo) chiunque potrà diventare la ‘star’ di un’avventura cinematografica filmata in presa diretta. In più le pennellate di luce di Sarah Bowyer proiettate sulle mura dei palazzi storici cittadini calamiteranno di certo gli sguardi dei visitatori.

POLO SMART & GREEN, L’APP E IL PREMIO INNOVAZIONE. La Tec-Night rappresenta anche l’ideale momento di lancio del nuovo Polo Smart & Green, centro di specializzazione in cui A2A e LGH investiranno su due ambiti strategici: l’ICT ed i servizi Smart. Un momento di importanza cruciale che LGH celebra con il convegno ‘Cremona città smart’ e con la presentazione della nuova app OPS – Osserva Poi Segnala, soluzione tecnologica per la cittadinanza partecipata che consentirà a chiunque di inviare e ricevere segnalazioni che aiutino a gestire piccoli e grandi problemi della vita di tutti i giorni in ogni ambito, dall’ambiente alla sicurezza, dal decoro urbano ai temi sociali. Altre grande ambito in evidenza la mobilità urbana smart, con innovative applicazioni che verranno presentate in piazza Stradivari. Da segnalare anche la prima edizione del Premio per l’Azienda Innovatrice dell’anno che CRIT e LGH organizzano in collaborazione con Associazione Industriali di Cremona.

Laura Bosio

IL PROGRAMMA COMPLETO

Omaggio a Mina

Musica dall’acqua: idrofoni

 

© Riproduzione riservata
Commenti