Ultim'ora
5 Commenti

Finge di chiedere l'elemosina
ma in realtà spaccia:
denunciato 21enne

Sembrava uno dei tanti ragazzi che si trovano davanti ai supermercati a chiedere un po’ di elemosina ai clienti che si avvicendano ogni giorno. In realtà, come hanno scoperto i Carabinieri di Cremona, coordinati dal maggiore Rocco Papaleo, era egli stesso una sorta di commerciante: infatti, con la copertura dell’accattonaggio, vendeva la droga.

E’ così finito nei guai e denunciato a piede libero detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti J.A., nato in Gambia ma domiciliato a Cremona, 21 anni. Il giovane è stato sorpreso dagli uomini dell’Arma mentre davanti al Famila di Cremona cedeva un involucro di cellophane contenente 5 grammi di hashish a un 23enne di Grontardo, dietro corrispettivo di 15 euro.

La successiva perquisizione personale ha consentito ai militari di rinvenire una somma di 250 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute provento dell’attività delittuosa, sebbene il giovane abbia provato a giustificarsi dicendo che si trattava dei soldi raccolti con l’elemosina: secondo i Carabinieri, infatti, si trattava di tagli incompatibili con eventuali donazioni dei clienti del supermercato, in quanto per la maggior parte erano banconote da 20 euro. Quanto recuperato é stato sequestrato.

Il 23enne è stato segnalato alla Prefettura di Cremona quale assuntore di sostanze stupefacenti ai sensi dell’art.75 D.P.R. 309/90. Il 21enne invece, essendo incensurato, è stato denunciato a piede libero, ma continuano nei suoi confronti gli accertamenti dei militari in relazione ai clienti che sono stati identificati.

L’ennesima azione dei Carabinieri della Compagnia di Cremona nei confronti dello spaccio di sostanze stupefacenti, che continua ormai da diversi mesi, con particolare attenzione per i luoghi di aggregazione giovanile presenti nel capoluogo.

© Riproduzione riservata
Commenti