Commenta

Istituto zooprofilattico
Ubertini verso acquisizione
area in via Rosario

Arrivare in tempi molto brevi all’acquisizione dell’area di proprietà del Comune di Cremona, attualmente non utilizzata e con una superficie 3445 mq, situata in via Rosario ai numeri 4c e 4d. E’ quanto hanno confermato Stefano Cinotti, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia, e Massimo Boldini, responsabile della Sezione provinciale di Cremona dell’Istituto, nel corso di un incontro con il Sindaco Gianluca Galimberti e l’Assessore al Patrimonio Andrea Virgilio, affiancati dal Direttore del Settore Centrale Unica Acquisti, Avvocatura, Contratti ePatrimonio del Comune Lamberto Ghilardi.

All’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna “Bruno Ubertini”, con sede legale a Brescia, è stata infatti alienata l’area di via Rosario, inserita nel Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni di immobili che fanno parte del patrimonio comunale per l’anno 2018, per un importo di 378.690,00 euro. Trattandosi di un’operazione avvenuta tra soggetti pubblici, l’alienazione non ha richiesto procedure concorsuali in quanto è sufficiente la condivisione del valore stimato da un soggetto terzo, in questo caso l’Agenzia delle Entrate.

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, che ha una propria sezione a Cremona, in via Cardinal Massaia, nel novembre del 2017 ha trasmesso al Comune di Cremona relazioni di stima del terreno, fornite dall’Agenzia delle Entrate, preordinate ad una valutazione di interesse, da parte dell’Amministrazione comunale, alla vendita dell’area all’Istituto stesso. L’11 maggio scorso il Comune ha comunicato la sua valutazione positiva alla definizione della vendita. Infine, il 18 maggio, l’Istituto ha dato il suo parere favorevole definitivo all’acquisto del terreno.

La volontà di stringere i tempi dell’acquisizione dimostra la volontà, da parte dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale, di consolidare la sua presenza a Cremona e nel territorio in modo da operare sempre più attivamente a favore della salute pubblica e delle attività produttive del settore agro-alimentare a sostegno dello sviluppo socio-economico locale. A tale proposito, il Sindaco, dopo avere manifestato apprezzamento per l’impegno assunto dal Direttore Generale Cinotti e dal responsabile della sezione di Cremona Boldini, e avere ringraziato l’Assessore Virgilio e il dirigente Ghilardi per il buon esito della trattativa, ha auspicato una futura collaborazione tra lo Zooprofilattico e gli istituti di ricerca universitaria presenti sul territorio e che presto si rafforzeranno con la realizzazione del campus nell’ex monastero di S. Monica.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti