Commenta

Il nuovo Cda di Aem da
5 a 3 componenti: aperti
i termini per le candidature

Galimberti e Siboni in una foto di repertorio

Quella di questa estate sarà una piccola rivoluzione in casa Aem, dove sta per scadere il cda in carica ed entro il mese di giugno verrà scelto il nuovo direttore generale, posizione vacante da anni. In primis stanno per scadere i tre anni di presidenza di Massimo Siboni, oltre al collegio sindacale. Entro il 30 giugno, probabilmente il giorno 26, ci sarà l’assemblea per l’approvazione del bilancio dell’azienda di cui il Comune è socio unico, dopodichè gli organi nominati dal sindaco Galimberti nel 2016 decadranno: appunto consiglio di amministrazione e collegio  sindacale. In Comune è stata avviata la procedura per le nuove nomine e le candidature potranno essere presentate fino al 4 luglio. Il nuovo cda sarà composto da tre membri, numero ridotto rispetto a quello attualmente in carica che era inizialmente a 5, fino alle dimissioni per motivi personali del consigliere di minoranza Sanfelici.

Sia per i nuovi consiglieri che per i sindaci, vale la regola della rappresentanza di genere: nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore ad 1/3 (un terzo), con arrotondamento all’unità superiore per il genere meno rappresentato. Attualmente ne fanno parte:  Enzo Coratella, presidente, Andrea Bignami ed Elisabetta Pasquali sindaci effettivi; Daniele Quinto e Catia Rosa Sinelli, supplenti.

Per quanto riguarda il direttore generale, sono aperte fino al 29 giugno i termini per la presentazione delle candidature, dopodichè avverrà la nomina, da parte dell’attuale Cda in scadenza. Un cda che il sindaco Galimberti, vista la ristrettezza dei tempi, sarà costretto a prorogare, anche se, pare, per un periodo molto breve. g.biagi

© Riproduzione riservata
Tags, ,
Commenti