Un commento

Premio Cremona: la mostra
sarà allestita nelle sale del
Museo civico

Sarà inaugurata tra fine settembre e i primi di ottobre la mostra sul Premio Cremona curata da Vittorio Sgarbi e dal cremonese Rodolfo Bona, autore di un volume frutto di una ricerca condotta su fonti scritte ed iconografiche risalenti al periodo che va dal 1938-1943, agli anni cioè che comprendono l’arco cronologico di svolgimento del Premio Cremona che si tenne dal 1939 al 1941 nella città Lombarda. La mostra sarà allestita presso il museo civico Ala Ponzone nella sala del 400, e nella sala delle Colonne, viste le grandi dimensioni dei quadri, 2 metri per 3 in molti casi. Proprio la pinacoteca conserva ‘La battaglia del grano’ di Gaudenzi. In tutto le opere esposte saranno una quarantina provenienti dagli enti pubblici, da sedi di associazioni, ma anche da collezioni private. Nella mostra sembra sia coinvolta anche la città di Bergamo, antagonista, con il suo premio, a Cremona: con le sue 4 edizioni la città di Bergamo vide partecipare più di 300 artisti. Un ponte, dunque, tra Cremona, Bergamo ma anche Salò, incarnazione del regime fascista e disperato tentativo da parte di Mussolini di un ritorno alle origini del fascismo. La mostra si propone di mettere insieme le diverse esperienze artistiche della storia del regime. Molti pittori che hanno partecipato al Premio, con la caduta del fascismo sono spariti dalla vita artistica italiana, bollati come artisti di regime, altri hanno proseguito la loro attività con alterne fortune.

Silvia Galli 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Libero

    E’ lo stesso Sgarbi che si fa immortalare nudo sul water e vomita insulti a raffica su quelli che non la pensano come lui??? Bella scelta. E il cremonese Bona è pure consigliere di maggioranza, forse per opportunità sarebbe stato meglio evitare.