Commenta

Pallavolo Ostiano e
Cava&Sesto volley
rafforzano la sinergia

Pallavolo Ostiano e Cava&Sesto Volley sempre più affiancate per accrescere il patrimonio tecnico delle ragazze. Presentata nella palestra di Cavatigozzi, davanti ad atlete e genitori, la collaborazione tra le due società. A fare gli onori di casa il presidente della Cavasesto Giovanni Moschetti.  “Ho avuto la fortuna – ha detto – di incontrare delle persone che intendono la pallavolo come la intendo io e con le quali ho stretto un rapporto di amicizia sportiva in questi anni. Abbiamo parlato spesso delle necessità delle giovani ragazze del nostro territorio, di quello che si può fare per permettere a loro di crescere tecnicamente ed umanamente in maniera adeguata grazie alla pallavolo e abbiamo pensato a questa sinergia. Personalmente è quasi un sogno che si realizza, spero che le ragazze ed i genitori comprendano la bontà e la serietà del progetto”.
Patrizio Ginelli, consulente della pallavolo Ostiano, ha illustrato il progetto toccando i punti cruciali: “Queste ragazze sono un patrimonio per la pallavolo cremonese e noi abbiamo come obiettivo quello di mettere loro nelle condizioni ottimali per sviluppare al meglio la loro passione grazie a tecnici competenti e ad una programmazione adeguata. Ostiano può contare su un’esperienza lunga quarant’anni fatta di tanti successi costruiti sulla programmazione, vera e propria parola d’ordine in ogni settore. Una delle squadre Under sarà marchiata Ostiano ma questo è solo un dettaglio all’interno di una complessa rete di rapporti che costituirà il dialogo costante tra tecnici, dirigenze e società. Siamo convinti si possa davvero strutturare un discorso serio e duraturo che permetta alle ragazze di avere come obiettivo l’approdo in serie B, o magari in serie A come già successo a Viola Zagni, simbolo di questa sinergia”.
Viola Zagni, palleggiatore cresciuta nelle giovanili della Cavasesto è stata protagonista della cavalcata della Csv-Rama Ostiano in B2 ed è fresca di conferma in B1.
“Giocare in serie B2 – ha commentato Zagni – è stato decisamente allenante. Chiaro che all’inizio ho incontrato qualche difficoltà perchè il ritmo è diverso e soprattutto cambia l’intensità. Credo però che per chi ama la pallavolo questo sia solo un bene perchè ti porta a migliorarti e a crescere, ed è proprio lo scopo del gioco”.
La chiusura è stata riservata al coach della Csv-Rama Ostiano Giorgio Bolzoni.
“Conosco la realtà di Cavatigozzi perchè vi ho seguito sui social ed ho potuto constatare, almeno parzialmente, la qualità del vostro lavoro. Cercherò di essere un punto di riferimento e di poter dare il mio apporto per rendere questa sinergia proficua. Alle ragazze mi sento di dire di non pensare che i sogni siano irrealizzabili. Basta poco per suscitare un’impressione positiva e per iniziare un percorso di crescita pallavolistica. Credete sempre in quello che fate e fatelo sempre con serietà”.

© Riproduzione riservata
Commenti