Un commento

Distribuzione super dividendo
Centropadane: agli enti
cremonesi quasi 9 mln di euro

Il presidente di Centropadane Fabrizio Scuri

L’assemblea straordinaria di Centropadane ha approvato oggi il riparto dei 30 milioni di riserve straordinarie da destinare ai soci. Dopo l’approvazione del bilancio 2017, all’inizio di giugno, con un utile di 22,9 milioni nell’ultimo anno pieno di attività di gestione dell’A21, i soci si sono nuovamente riuniti per definire la distribuzione della plusvalenza derivante dagli utili accumulati negli anni e dalla cessione della concessione autostradale, andata al gruppo Gavio. Per gli enti locali azionisti si tratta di un gruzzolo significativo che sta per entrare in cassa: la quota maggiore va alla Provincia di Cremona, che detiene il 15,54% e incamera 4 milioni e 660mila euro; segue la Camera di Commercio, 5,71% e 1 milione 700mila euro; poi il Comune, 4,07% e 1,2 milioni, infine l’Aem con 1 milione e 41 mila euro. In totale oltre 8 milioni e 600 mila euro sul territorio cremonese

Con giugno si conclude anche il rapporto di lavoro del direttore generale Alessandro Triboldi con Centropadane. Già scaduto ad aprile, il contratto era stato prorogato fino alla fine del mese per adempiere agli ultimi passaggi. Al momento non è prevista una sua sostituzione, almeno nell’immediato, considerando il nuovo corso che intraprenderà Centropadane: lavorerà per gli enti azionisti nella progettazione di infrastrutture stradali. g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Blizzard

    La lungimiranza degli Enti locali cremonesi si vede anche da queste piccole cose: Si sono fatti soffiare la gestione dell’A21 dall’amico degli amici (Gavio). il Comune ha racimolato 1,2 milioni. Poco più di un quarto del costo di 4 piste ciclabili appena appaltate. Un successone