Commenta

Poesia, jazz-rap e le hits
del rock italiano per
il debutto del Paf

foto Sessa

Prima serata del Porte Aperte Festival ieri venerdì 29 giugno all’interno delle mura del bastione di Porta Mosa, spazio pubblico che bene si presta per la musica dal vivo e incontri culturali. In apertura di serata, alle 21, Elena Cappellini ha dialogato con Tiziano Scarpa che ha letto brani dal suo libro di poesie, uscito da poco, “Le nuvole e i soldi”, ed. Einaudi. A seguire, spazio alla musica degli emergenti Zay & The Brazzory, rap in salsa jazz e a Mauro Ermanno Giovanardi che con i brani dell’album ‘La mia generazione’ ha riportato tra il pubblico le hits del rock  italiano degli anni Novanta.

Oggi e domani il Paf continua, con letture, incontri, musica e fumetto, riscoprendo angoli affascinanti ed insoliti della nostra città. Leggi il programma qui.

 

© Riproduzione riservata
Commenti