Cronaca
Commenta7

Nuovo colpo della banda dei concerti: arrestato e processato per direttissima un 26enne

Nuovo furto di catenine d’oro durante un concerto. Dopo gli episodi del Tanta Robba Festival, quando erano state sottratte a due giovani senza che fossero trovati i responsabili, anche ieri sera, lunedì 16 luglio, è avvenuto un nuovo evento criminoso durante l’esibizione di Fabri Fibra in piazza Duomo. Questa volta, però, intorno alle 23 è stato rintracciato ed arrestato l’autore del furto. Si tratta di un 26enne tunisino, che aveva già a carico precedenti di polizia per atti persecutori, minacce, danneggiamenti e percosse.

L’uomo è stato trovato dai numerosi agenti in uniforme ed in borghese presenti all’evento: erano infatti state predisposte dal Questore di Cremona, il dott. Gaetano Bonaccorso, accurate misure affinché la manifestazione si svolgesse nella massima sicurezza e rappresentasse un momento di festa per tutta la città.

Informati da un ragazzo che poco prima era stato derubato della propria catenina d’oro e dopo aver acquisito le informazioni utili per rintracciare l’autore del furto, nel frattempo mimetizzatosi tra la folla, gli agenti della squadra mobile hanno iniziato le ricerche che si sono concluse poco dopo quando gli investigatori sono riusciti ad individuare e fermare un giovane che, per abbigliamento e tratti somatici, corrispondeva alla descrizione fornita dalla vittima.

All’atto del controllo, l’uomo ha però iniziato ad inveire pesantemente contro i poliziotti minacciandoli e cercando di colpirli con dei calci, ma gli agenti sono riusciti ad immobilizzarlo e ad accompagnarlo in Questura dove è stato identificato. Alla luce dei fatti il 26enne è stato arrestato dagli uomini della squadra mobile per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale e denunciato per il reato di furto con strappo. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa, stamattina martedì 17 luglio, di essere processato per direttissima.

© Riproduzione riservata
Commenti