Cronaca
Commenta3

Quattro banche con il Comune per rilanciare l'economia. Altre in arrivo

Crédit Agricole Cariparma, Credito Padano Banca di Credito Cooperativo s.c., Banca Carige S.p.A. e Banca di Piacenza soc. coop. per azioni hanno aderito all’avviso esplorativo del Comune finalizzato all’individuazione degli istituti di credito interessati a presentare particolari agevolazioni, in collaborazione con l’Amministrazione, per incentivare gli investimenti e valorizzare il capitale territoriale.

Nei giorni scorsi si è infatti riunita la commissione appositamente costituita per esaminare le domande pervenute e l’esito è stato comunicato oggi alla Giunta dalla vicesindaco con delega allo Sviluppo Maura Ruggeri, che ha sottolineato come tutte le quattro le proposte valorizzano le azioni già messe in campo dall’Amministrazione e rappresentano un’ulteriore importante opportunità per attrarre potenziali investitori. La Giunta, su proposta della vicesindaco, ha quindi deciso di lasciare aperti i termini per la presentazione delle domande di partecipazione per soddisfare le esigenze di altri istituti di credito che hanno manifestato nel frattempo il loro interesse, manifestando, però, la necessità di tempi maggiori per formulare le rispettive proposte.

“L’adesione dei quattro istituti di credito – dichiara la riguardo la vicesindaco – rappresenta un importante tassello nell’ambito del pacchetto ‘Nuova energia per le imprese’, che ha suscitato interesse nel mondo bancario locale con il quale è stato avviato a suo tempo un fattivo confronto. Il tutto si inserisce nell’ampio contesto di misure e di interventi messi in campo per attivare lo sviluppo della città sui quali abbiamo aperto un dialogo con i rappresentanti del mondo economico locale così da condividere il processo avviato e rendere coeso il sistema delle forze disposte a spendersi per favorire il rilancio di Cremona”.

Si tratta di un percorso in continua evoluzione. Oltre ad aver suscitato l’interesse degli istituti di credito che hanno risposto all’avviso esplorativo, ha infatti coinvolto direttamente le associazioni di categoria che, attraverso i rispettivi Consorzi di Garanzia Fidi, promuovono già azioni di affiancamento a sostegno degli investimenti. A tale riguardo, il 21 giugno scorso, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa come primo passo per mettere a sistema le iniziative messe in campo sia dal Comune che dai Confidi ed avviare una fruttuosa collaborazione a servizio del territorio. Sarà coinvolta anche la Camera di Commercio in quanto ente con particolari competenze in tema di sviluppo economico.

© Riproduzione riservata
Commenti