Cronaca
Commenta

Nuovo ricorso di Pavia contro unificazione Camere Commercio

Prosegue il percorso verso l’unificazione delle Camere di Commercio di Mantova, Pavia, Cremona, nonostante un nuovo ricorso contro la decisione ministeriale di unificare le sedi sia stato presentato al Consiglio di Stato proprio dalla rappresentanza pavese. Un precedente ricorso era stata respinto dal Tar Lazio.

Non si ferma tuttavia l’iter per arrivare, nel 2019, all’operatività del nuovo organismo, un percorso a cui sta lavorando il commissario nominati da Roma, ossia il segretario generale della Camera di commercio di Mantova Marco Zanini. Entro la fine di agosto dovrebbero essere definiti gli elenchi e i dati degli iscritti nelle singole sedi, che saranno sottoposti a ulteriore verifiche a campione per verificarne la veridicità. Ad ottobre la pratica dovrebbe passare a Milano che dopo circa tre mesi dovrebbe essere in grado di convocare il primo consiglio.

In tutto i seggi del nuovo consiglio saranno 33 (30 ai settori di attività economica, uno ai sindacati, uno alle associazioni consumatori e uno ai liberi professionisti) e si sono candidati due maxi apparentamenti interprovinciali: quello che vede alleati Confcommercio, Confartigianato e Api e quello che riunisce 14 organizzazioni, tra cui Confindustria, Confesercenti, Cna.

© Riproduzione riservata
Commenti