Commenta

Cremonese, tutti i nuovi
volti per la seconda
stagione di B ai raggi X

Castagnetti, Greco, Montalto, Carretta, Migliore, Mogos, Paulinho, Del Fabro, Radunovic, Boultam, e Strefezza. Eccoli i nomi nuovi della Cremonese 2018-19. Ecco i nomi che il DS Leandro Rinaudo ha portato a Cremona per la seconda stagione di serie B, che è ormai alle porte. Giocatori di qualità, alcuni esperti come Greco, Castagnetti e Migliore, altri giovanissimi ma già affermati come Radunivic o Boultam ma tutti in grado di portare grande qualità alla squadra, a partire da Paulinho, fortemente voluto dalla società con la convinzione che possa fare bene anche sotto il profilo della tenuta fisica dopo una seconda parte di stagione compromessa dagli infortuni. Un giocatore capace di prodezze che non passano inosservate ma che soprattutto non si possono dimenticare. Il brasiliano ha all’attivo oltre 40 gol nel campionato di serie B e 17 in quello di serie A con il Livorno. Lo scorso anno solo 16 presenze per lui, ma coronate da 5 gol di pregevole fattura. Il reparto avanzato potrà beneficiare della sintonia della coppia Montalto Carretta, reduci da un campionato dai grandi numeri a Terni lo scorso anno: 27 gol in due e tanti assist da parte di Mirko Carretta, 27 anni, alla prima stagione di B, per l’amico e compagno di reparto Adriano Montalto, che con i suoi 186 centimetri e la sua fisicità, è letteralmente esploso nella scorsa stagione con i rossoverdi. Quanto a esterni d’attacco la Cremonese potrà sfruttare le doti di fantasia e fisicità di due giovani promesse del calcio, Gabriel Strefezza e Reda Boultam. Il brasiliano, 21 anni, molto tecnico e rapido nei cambi di direzione, è stato scoperto dalla Spal che lo ha portato al Viareggio prima di andare in prestito alla Juve Stabia lo scorso anno, 32 presenze e 3 gol; Boultam 20 anni è cresciuto nelle giovanili dell’Ajax dove lo scorso anno ha disputato un ottimo campionato nella squadra B dei lancieri, è un giocatore di talento e fantasia che la Cremonese ha legato a sé con un contratto pluriennale. Tra i giovani c’è anche il portiere Radunovic, annunciato ufficialmente oggi, martedì 31 luglio, di nazionalità serba e in prestito dell’Atalanta: per lui due stagioni in serie B con l’Avellino e la Salernitana, per un totale di 67 presenze, ed una in serie A con i nerazzurri. Niente male per un 22enne. Passando a centrocampo spiccano i nomi di Greco e Castagnetti, 32 anni il primo, con un curriculum da brividi, stagioni di Serie A con Roma, Livorno, Genoa, Hellas Verona, un’esperienza all’estero nel campionato greco con l’Olympiacos e 11 presenze tra Champions ed Europa League con 2 reti segnate. Può giocare sia mezz’ala che regista basso e conosce bene Mandorlini per averlo avuto a Verona. Michele Castagnetti ha 28 anni il suo ruolo è centrocampista centrale. In carriera ha disputato 68 partite in Serie B e 197 in Lega Pro. Nelle ultime due stagioni ha conquistato altrettante promozioni dalla Serie B alla Serie A con Spal ed Empoli. A rafforzare la difesa sono arrivati due terzini, Migliore e Mogos. Il primo acquisito a titolo definitivo dal Genoa per il prossimo biennio con all’attivo 6 presenze in serie A e 224 in Serie B, in Genoa, Spezia e Crotone. Vasile Mogos, romeno di 25 anni arriva dall’Ascoli con cui ha esordito in Serie B, disputando 46 partite e realizzando una rete. Sempre per rafforzare il pacchetto arretrato è stato ingaggiato anche Dario Del Fabro, arrivato in prestito dalla Juventus. Nato ad Alghero il 24 marzo 1995, Del Fabro è cresciuto nel Cagliari esordendo in Serie A nella stagione 2012/13. Successivamente ha indossato le maglie di Leeds United (con una presenza in FA Cup), Pescara, Ascoli e Pisa. Passato alla Juve nell’estate del 2017, nell’ultima stagione ha giocato con il Novara.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti