8 Commenti

Le 'notti brave' di Piazza
Marconi: bivacchi e schiamazzi
La polemica corre sul web

Non si esauriscono le polemiche su piazza Marconi, dopo la segnalazione fatta da CremonaOggi nei giorni scorsi. Una situazione che continua a degenerare, con i cittadini sempre più esasperati a causa di veri e propri bivacchi notturni. Ogni giorno, non appena scende il buio, la vivace piazza che durante il giorno viene frequentata dai vivistatori del museo e da coloro che utilizzano il parcheggio, si trasforma, diventando un vero e proprio campo da pic nic. Decine di persone mangiano sul prato e sulle panchine, mentre i bambini si rincorrono tra le aiuole. E una volta terminato di fare i loro comodi se ne vanno, senza disturbarsi a ripulire dai propri rifiuti.

A rimarcare la situazione è l’ex assessore comunale alla sicurezza, Alessandro Zagni, che commentando sui social l’articolo sottolinea: “Li vedo tutte le sere. Sono gruppi di Rom che occupano la piazza, uomini da una parte e donne dall’altra. Mangiano, bevono e se ne vanno lasciando sporcizia per terra. Questi Rom non hanno nemmeno rispetto per chi li ospita, la loro presenza scomposta ha allontanato gli italiani da questa piazza, e noi dovremmo accettare tutto in nome di una finta integrazione?”.

A rimandare le accuse al mittente, nei commenti sottostanti, ci pensa Andrea Virgilio, che chiede cosa la Giunta Perri abbia fatto a suo tempo per risolvere il problema dei bivacchi. “Ricordo che anche allora la situazione era la medesima come in gran parte dei centri urbani” sottolinea. “L’accoglienza e le politiche di integrazione l’avete praticata anche voi nel settore sociale. La giunta Perri ha aperto il centro culturale islamico. La sola cosa andata in porto è l’abolizione del cous cous nelle mense scolastiche. Direi pochino per chi ogni giorno la butta su approcci repressivi”.

Tuttavia, secondo Zagni, la Giunta Perri si era prodigata molto contro l’abusivismo e i bivacchi. Una teoria confermata, sempre nei commenti su Facebook, anche da un ex vigile urbano, che ricorda come “le attività contro il degrado e l’abusivismo svolte nel periodo di Zagni Assessore erano molte… dai bivacchi con controlli nei parchi fino all’una di notte, ai controlli in borghese anti prostituzione, ai controlli sui bus”.

A poco servono le rimostranze di chi abita in zona, sia per il baccano che per le auto parcheggiate sempre in divieto di sosta: nessuno interviene e i maleducati continuano a fare il bello e il cattivo tempo.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Daniele Zanoni

    state tranquilli. Per questa amministrazione la cosa fondamentale è non far calpestare le aiuole ai cani ai giardini di piazza Roma, poi si chiude giustamente uno o due occhi per la sporcizia “umana” che regolarmente viene lasciata sulle stesse.

  • paolo

    “Dobbiamo dare l’esempio concreto di una cultura dell’accoglienza, che sia integrale. Una cultura dell’accoglienza deve mettere tutto al centro, l’accoglienza come un nostro valore, a 360 gradi, ……….. E ci offrono uno stile di vita che presto sarà uno stile di vita molto diffuso per tutti noi, loro sono l’avanguardia di quello… dello stile di vita che presto sarà uno stile di vita per moltissimi di noi”: L.B ipse dixit….

  • fabrizio loffi

    Confermo tutto, ho visto giovani madre guidare i propri bambini con biciclette e tricicli sui vetri che proteggono gli scavi archeologici. Ad una di loro ho detto che, oltre ad essere vietato, è anche pericoloso e mi ha riso in faccia. Intanto, però, una lastra è già rotta…

  • Mario Rossi SV

    Ma l’assessore Virgilio, visto che i mediatori culturali non sembra abbiano risultati visibili, perché invece di parlare e scrivere non si prende in casa propria un po’ di questi soggetti, così da poter mettere in pratica i suoi propositi di accoglienza e le politiche dell’integrazione tipiche della sinistra ?

  • Ronni

    Tranquilli , in via goito angolo corso Garibaldi di sera defecano tranquillamente e urinano le risorse umane al comune tanto preziose….. poi si lamentano della moria di negozi ! Anche affittandoli a un euro gli affitti sarebbero cari…..

  • Romualdo Balocci

    L assessore Virgilio,anziche puntualizzare su cio che ha o non fatto la precedente amministrazione, dovrebbe immediatamente attivarsi (altrimenti perche si e candidato al consiglio comunale)affinche sino a fine estate stazioni ,dalle 21 alla mezzanotte,una pattuglia di vigili urbani che spieghi ai bulgari cosa vuoldire vivere in una comunita civile (non mandino pero’il vigile che durante i giovedi d’estate , pur rimanendo a piantonare i blocchi di cemento tutta la serata ,non ha visto la auto dei bulgari stessi occupare in sosta la via Cerasa o in doppia fila sulla piazza)

  • Mirko

    Per integrarli e non risultare razzisti bisogna lasciarli fare tutto ciò che vogliono

  • antonio1956

    Dall’attuale assessore competente preferirei sentire discorsi del tipo: d’accordo c’è un problema di degrado, vediamo di risolverlo mobilitando chi di dovere nelle ore serali in questi luoghi (mediatori, vigili etc.). E non quelli che ho letto sopra: ” Ricordo che anche allora la situazione era la medesima………” Il problema c’è adesso e va risolto da chi è in carica !