Commenta

Fausto Desalu stratosferico:
con 20"13 è secondo solo
a Pietro Mennea nei 200

BERLINO – Il secondo tempo di sempre, dietro solo all’immenso Pietro Mennea (19”72, il tempo dell’indimenticato campione, realizzato a città del Messico nel lontano 1979). Un 20”13 che ‘polverizza’ il suo stesso personale di 20”31 e lo migliora di ben 18 centesimi. Una prova straordinaria quella di Fausto Desalu agli europei di Berlino, prova che va al di là di ogni aspettativa. E’ arrivata solo una sesta piazza perché la finale è stata una gara ad altissimo livello. Il turco Gulyev fa 19″76, un tempo mostruoso, gli altri a seguire tempi molto bassi. Ma in mezzo agli altri (anzi, in netto miglioramento rispetto agli altri) c’è Fausto.

Un Desalu che alla fine alza le braccia al cielo, anzi nel suo gesto divenuto ormai un classico le allarga, quasi ad abbracciare tutti. Consapevole di aver fatto una gara straordinaria, eccezionale. Una gara che lo proietta e a diritto, tra i migliori d’Europa e – col tempo di oggi – al secondo posto tra gli atleti italiani di specialità. Secondo solo all’immenso Mennea.

Vola, Fausto. Vola davvero.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti