20 Commenti

A Ferragosto oltre
400 turisti cinesi
in visita a Cremona

Inizia a dare buoni frutti l’adesione di Cremona, prima città in Lombardia, al programma Welcome Chinese, certificazione emessa dalla China Tourism Accademy (Cta), unica riconosciuta dal governo cinese, per la promozione delle destinazioni e delle attività turistiche del territorio cremonese nei network in crescita del paese del Dragone. Il 12 e il 15 agosto hanno infatti visitato la nostra città oltre 400 turisti provenienti dalla Cina: proprio il giorno di Ferragosto una quarantina di loro sono stati accolti al Museo del Violino dal Sindaco Gianluca Galimberti, dall’Assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini e dal conservatore Fausto Cacciatori.

Dopo una permanenza a Torino, dove hanno partecipato alla prima edizione del Festival Internazionale delle Arti e della Musica svoltosi dal 13 al 14 agosto, musicisti, cantanti, orchestrali, accompagnati, tra gli altri, da famigliari ed amici, hanno individuato la nostra città come tappa della loro visita in Italia prima di recarsi a Venezia. Buona parte di loro provenivano da Canton e dalle regioni del Fujan e dello Hunan. Una scelta legata alla rinomata tradizione in campo liutario di Cremona e al riconoscimento Unesco di questo patrimonio immateriale, nonché alla presenza di un’istituzione culturale di grande rilievo qual è il Museo del Violino, e resa possibile grazie ad un tour operator cinese che ha la propria sede a Pechino e a Roma per quanto riguarda l’Italia.

I profili dei turisti cinesi, che da qualche anno a questa parte hanno iniziato a recarsi all’estero in numero sempre maggiore, sono cambiati negli ultimi tempi e risultano decisamente interessanti con un aumento del profilo free indipendent traveller e con un potere di acquisto elevato: utilizzano molto il web e i social (quelli consentiti dal loro governo), amano fare shopping, desiderano sperimentare la cucina locale e sono portati a visitare mete anche non tradizionali.

“Per intercettare questi flussi con un conseguente indotto economico sul tessuto locale, grazie all’adesione a Welcome Chinese Cremona si è attivata attraverso una mirata campagna promozionale presso tour operator e travel agency, fiere di settore e sulle piattaforme cinesi Weibo, WeChat, YouKu, considerando che le piattaforme tradizionali in uso in Occidente non sono fruibili in Cina”, dichiara al riguardo l’Assessore Barbara Manfredini, che prosegue: “Questo ci ha permesso di promuovere Cremona come destinazione turistica in maniera mirata ai turisti cinesi. Non solo promozione, però. Il progetto prevede di creare un link fra Cremona e gli aeroporti che hanno già ottenuto la certificazione Welcome Chinese come l’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna che ha già in programma voli charter diretti da alcune delle più importanti località cinesi e Orio al Serio di Bergamo. Si tratta di collegamenti cruciali per favorire il flusso dei turisti cinesi verso Cremona e il suo territorio e da qui verso altre destinazioni lombarde ed italiane”.

Continua in questo modo la promozione della città e del territorio presso i principali network internazionali con l’intenzione di attrarre sempre più persone in città ed aumentare l’indotto economico a beneficio di tutto il tessuto locale.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mario Rossi SV

    Oooh che notiziona !!! E che numeri !!! Di questo passo supereremo Venezia entro fine anno!

    • L’algerino

      Ma basta commentare contro tutti i stranieri ? Può leggere e basta Grazie

      • Roberto

        La democrazia è anche questo, esprimere la propria idea. Obbligare qualcuno a sottostare al proprio volere, è dittatura. Siete in Italia, un paese che vi ospita, un paese che era quello che era perché ognuno di noi a partire dai nostri antenati, ha sudato per costruire il bel paese. In questi ultimi 15 anni, il bel paese è stato calpestato, come se fosse un campo di fiori fin lì coltivati e fioriti, poi è arrivato chi ha deturpato, e non parlo solo di stranieri ma anche di chi tutto questo lo ha permesso… in paesi come Svizzera Australia Canada e altre nazioni ora leader del mondo hanno preferito tutelare la nazionalità e i loro abitanti, che fin lì hanno sudato per rendere il loro paese democraticamente evoluto. Se sei qui come ospite, devi anche accettare chi non ti accetta e non puoi nemmeno digli di stare zitto perché non vuoi vedere i suoi commenti, non fare il dittatore, è ricorda l’articolo numero 1 della nostra Costituzione: l’Italia è un paese democratico, fondato sul lavoro.

        • L’algerino

          Ricordate questo

          L’articolo 3 della Costituzione italiana recita: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”

          • Roberto

            Nessuno ha fatto diversità razziali, qui in primis si parla di rispetto e anche di manzi alla legge, anche se sei giallo-verde-rosso o blu, non puoi dire fasta non commentare ecc ecc, ognuno è libero di esprimere la sua idea, poi mi sembra che Mario Rossi non ha fatto nessun riferimento razziale nel suo commento e sei partito già con il difendere una causa nemmeno nominata

          • L’algerino

            A Roberto il portavoce di Mario Rossi :
            Le democrazia secondo te dove diventare un premier senza voto dei cittadini ?

          • Roberto

            Non sono il portavoce di nessuno, peró devi fare sempre la vittima del razzismo anche quando si parla di tutt’altro

          • Illuminatus

            Qualunque lingua tu parli (io ne parlo quattro) qui è meglio comunque dire cose sensate sennò ti mettono in croce. Rispondo alla tua domanda sulla democrazia: sai quanti tipi diversi di democrazie esistono al mondo? QUARANTOTTO, di cui una grande parte non prevede l’elezione diretta del premier.

      • Mario Rossi SV

        Se non capisci un ca…di quello che scrivo, evita tu di commentare che non sai leggere!

        • L’algerino

          Ma dove finita basta euro !!!!!!!!!!

          • Mario Rossi SV

            Nessuno ti capisce.Scrivi in arabo avrai più fortuna.

          • L’algerino

            Parlo la prima lingua mondiale L’INGLESE
            Parlo la seconda lingua mondiale IL FRANCESI
            E la mia lingua madre l’arabo al Tarzo posto mondiale

            La tua lingua Dove in classifica? ?

          • Mario Rossi SV

            Se non ti piace la mia lingua, la lingua che sfotti del paese ti ospita, puoi anche alzare i tacchi.
            Nessuno sentirà la tua mancanza.

          • L’algerino

            No ti preoccupare ,Sto qui e parlo arabo ….

          • Mario Rossi SV

            Non avevo dubbi…

          • Roberto

            Per tua conoscenza, la seconda lingua al mondo è lo spagnolo

          • Mario Rossi SV

            E la prima é il cinese…ma tanto quello non capisce una mazza…

          • antonio1956

            Anziché parlare può tranquillamente scrivere in inglese o francese, può farlo. Noi possiamo sempre utilizzare il traduttore on-line. Credo sia più difficile con l’arabo, ma si può provare. E non ci sarebbero fraintendimenti. I commentatori di questo blog vogliono leggere ma vogliono anche scrivere senza ‘censure ‘ da altri commentatori. Il mondo è bello perché è vario. Grazie !

    • L’algerino

      Belgio

  • L’algerino

    19 commenti. ….. grazie algerino