Commenta

Festa dell'Unità, si parte
domani: confronto a distanza
tra Cottarelli e Galimberti

L'incontro fortuito tra Galimberti e Cottarelli, con scambio di numeri di cellulare, avvenuto lo scorso novembre allo Zini

Una festa, un’occasione per stare insieme e riflettere sulle sfide della città e del Paese. Più uno sguardo al futuro anche in vista dei prossimi appuntamenti amministrativi. Così presentano dal Partito Democratico la festa dell’Unità edizione 2018 che si terrà all’ex Mercato Ortofrutticolo da domani, venerdì 17, al 28 agosto.

Cuore centrale dell’evento saranno gli incontri organizzati dal partito, con ampio spazio agli esponenti dem naturalmente. Ma anche professionisti e rappresentanti di varie associazioni. Si parte da Cremona per arrivare all’Europa, passando per le “sfide dell’Italia”, quando sul palco di Cremona ci sarà, come preannunciato, Carlo Cottarelli (leggi qui: Cottarelli il 22 agosto alla Festa dell’Unità tra linguine e suggestione candidatura). Un incontro che lo vedrà dialogare col Senatore Alessandro Alfieri, segretario regionale Pd, con l’introduzione del consigliere comunale in quota Pd Luca Burgazzi e la moderazione dei giornalisti Simone Bacchetta (Cremona1), Giacomo Guglielmone (La Provincia).

Difficile sia l’occasione per capire le reali intenzioni di Cottarelli e del Pd circa lo scottante tema della candidatura a sindaco. Ancora più difficile che si trasformi in una sorta di sfida a distanza tra l’ex premier incaricato e Gianluca Galimberti, nonostante ad aprire la manifestazione ci sia proprio l’attuale sindaco con una “personale” che avrà come filo conduttore il tema della “città in movimento”. Galimberti che è il candidato in pectore del centrosinistra e che rivendicherà quanto fatto in questi anni di Amministrazione cittadina. Certamente, tuttavia, potrà essere una buonissima occasione per annusare l’aria da parte di tutti i soggetti coinvolti a vario titolo.

Gli altri temi trattati riguardano il futuro prossimo e a lungo termine di Cremona, la presentazione di un paio di libri (“Il Rosso e il Verde” e “Green Mobility”), la violenza sulle donne e le nuove modalità di assistenza in Lombardia per le malattie croniche. Durante la rassegna ci sarà spazio anche per la musica e per la buona cucina con alcune novità come i piatti vegetariani, vegani e della tradizione messicana. Sarà “una festa popolare, con prezzi popolari come da sempre”, sottolineano dal Pd.  Burgazzi infine evidenzia: “Il nostro grazie va ai nostri cento volontari che in queste settimane garantiranno la buona uscita della festa”.

IL CALENDARIO COMPLETO

mt

© Riproduzione riservata
Commenti