17 Commenti

Ristoranti etnici, in cinque
anni a Cremona sono
cresciuti di oltre il 70%

Sono cresciute del 73,6% in cinque anni le imprese di ristorazione straniera a Cremona. Un dato che è per distacco il più alto della Lombardia (oltre 10 punti percentuali sulla “seconda”, Lodi col 63,1%) ed altrettanto nettamente migliore della media regionale (50,7%) e nazionale (44,7%). E’ quanto emerge dai dati diffusi dalla Camera di Commercio di Milano proprio sui numeri della ristorazione straniera in Italia.

In Lombardia, in totale, 6.503 i ristoranti etnici, compresi i take away. Cremona, nella speciale graduatoria riguardante il numero di attività aperte, è quart’ultima con 675 imprese aperte nel campo della ristorazione, davanti a Lecco (605), Sondrio (427) e Lodi (392). Tra questi 675, però, solo 151 sono gestiti da titolari stranieri, il 22,3% del totale: nel 2015 era il 20,5% e nel 2011 il 14,4%. Il ‘peso’ di queste attività straniere è del 2,5% sul totale lombardo e dello 0,7% sul dato italiano. Come detto, la variazione tra il 2011 e il 2016 ha generato un +73,6%, mentre cresce del 10,2% tra il 2015 e il 2016.

A farla da padrone sia a livello regionale che nazionale è Milano con le sue 2.886 attività etniche sulle 7.333 totali, con il peso record che sfiora il 40% (+39,4%) e una variazione sui cinque anni del 53,7% e annuale del 6,9%. Sia a livello lombardo che italiano, il maggior numero di proprietari stranieri viene dall’Egitto: il 18,5% in Italia (2.384 titolari) e il 40% in regione (1.485 imprenditori), seguita dalla Cina con rispettivamente il 18,2% (2.351 attività) e il 21,2% (788 proprietari). In Lombardia al terzo posto troviamo le 250 attività turche (6,7%), Pakistan (181, 4,9%) e Albania (144, 3,9%).

© Riproduzione riservata
Commenti
  • yetiz

    Il 65% sarebbe da chiudere per motivi igienici

  • Graziano Ansaldi

    Bravi, bene , poi non lamentatevi se avete male al pancino . Personalmente io mangio solo cibo italiano. Con tutte le prelibatezze che abbiamo in Italia, non ho bisogno di diventare un Anthony Bourdain.

    • Corvorosso

      Un bel tacere sarebbe stato indice di intelligenza..

      • Graziano Ansaldi

        Questo vale soprattutto per te, che ti firmi con un nome fasullo e avatar da cartone animato. Vai a commentare su quel sito demenziale che è Facebook, quello è il tuo posto, lì trovi persone al tuo livello di intelligenza.

        • Corvorosso

          Elegante..erudito..educato..confermo il giudizio.

  • Mattia

    Per forza che aprono gli starnieri… per 5 anni non pagano le tasse….

    • iPlingo

      Potrebbe inviarmi qualche riferimento normativo? Vorrei approfondire, grazie

    • Corvorosso

      Lo ha letto su quale post?

  • Blizzard

    Tanto per mantenere la deriva xenofoba che si sta manifestando in Italia negli ultimi anni: “prima gli Italiani”

  • coD77

    Maledetti McDonald’s sono dappertutto

    • Illuminatus

      Tranne sotto la Galleria a Milano. Li ha fatti sloggiare Pisapia, per farci posto a Prada. Gli studenti universitari, solitamente squattrinati, erano affranti perché gli veniva tolta la possibilità di farsi un panino economico e sicuro (cioè cibi non scaduti, come può succedere nei bar, mentre McDo è controllatissimo per evitare ogni possibile pubblicità negativa).

      L’ultimo giorno di apertura hanno regalato il cibo gratis a tutti, servendo ben 5.000 panini: la fila si estendeva intorno all’isolato.

      Comunque stia tranquillo, l’egemonia americana è finita, ora ci sono i cinesi… se non se n’è già accorto…

  • Illuminatus

    Io sono felice invece per la presenza di ristoranti “etnici”, per due ragioni:

    Primo, perché essendo uno che gira il mondo, conosco ed apprezzo la cucina di tanti Paesi, e trovare la possibilità di mangiare quelo che mi era piaciuto dall’altra parte del mondo anche sottocasa, è per me un piacere. Perché limitarsi alla sola cucina italiana? Si vive una volta sola;

    Secondo, perché vivendo nel mondo globalizzato, è un modo di conoscere altre culture. E così la pensano anche all’estero. Le penne all’arrabbiata più memorabili le ho mangiate infatti a Tokyo, nel quartiere Shibuya.

  • Mario Rossi SV

    I farmacisti ringraziano.

    • Illuminatus

      In effetti, evito il sushi ed il sashimi (pesce crudo giapponese) proposto in Italia perché in realtà preparato da cinesi che possono anche non conoscere perfettamente l’arte culinaria del Sol Levante.

      • Mario Rossi SV

        La crescita del numero dei ristoranti etnici é dovuta in maggior parte ai cino-giapponesi che propongono pesce crudo.

        • Illuminatus

          Caro amico, sono cinesi e basta. Tant’è vero che l’ambasciata giapponese aveva protestato formalmente contro la diffusione di cucina presunta nipponica ma non corrispondente ai dettami d’oridine.

          • Mario Rossi SV

            Sono d’accordo con te, i veri giapponesi in Italia li trovi solo nelle grandi cittá, e di sicuro non propongono le abbuffate a 12 euro. Qui trovi il solo japanese sounding.