Commenta

Torna Wiki Loves Monuments
2018: Cremona aderisce
anche quest'anno

Fotografare i luoghi del cuore della propria città, per tutelarne la memoria e renderli accessibili a tutti attraverso Wikipedia e Wikimedia Commons: questo lo scopo del concorso fotografico Wiki Loves Monuments, a cui il Comune di Cremona a deciso di aderire anche quest’anno.

Il concorso, promosso da Wikimedia Italia e giunto quest’anno alla settima edizione, si svolgerà nel mese di settembre e sarà aperto alla partecipazione di tutti i cittadini (fotografi professionisti e dilettanti senza alcuna restrizione di età), che sono chiamati a immortalare e pubblicare con licenza libera scatti che ritraggono i monumenti del nostro Paese.

I monumenti e palazzi di Cremona per i quali l’Amministrazione ha dato la licenza sono: Palazzo Comunale, Teatro Ponchielli, Palazzo dell’Arte (Museo del Violino), Loggia dei Militi, Palazzo Affaitati (sede del Museo Civico, del Museo di Storia Naturale e della Biblioteca Statale), Palazzo Cittanova, Palazzo Raimondi, ex basilica di San Lorenzo (Museo Archeologico), Palazzo Ala Ponzone, Museo della Civiltà Contadina – Cascina “Il Cambonino Vecchio”.

Il concorso si svolgerà in contemporanea in oltre 50 Paesi in tutto il mondo: gli scatti premiati a livello nazionale saranno esaminati da una Giuria internazionale, che incoronerà le immagini più belle a livello globale. Alcuni speciali riconoscimenti saranno attribuiti dai partner dell’edizione 2018 del concorso: BASE Milano, Fondazione Gran Paradiso e Icom Italia, che insieme a Touring Club Italiano quest’anno sostengono la competizione.

A partire dalla prima edizione italiana, nel 2012, gli scatti raccolti per Wiki Loves Monuments sono riutilizzabili gratuitamente da parte di tutti – istituzioni comprese – per ogni scopo, anche commerciale. Le fotografie vengono inoltre utilizzate per arricchire le oltre 44 milioni di voci in 294 lingue diverse di Wikipedia, la grande enciclopedia libera: questo fa sì che le immagini del patrimonio culturale italiano si possano diffondere in modo virale sul web e che tutto il mondo le possa ammirare.

Tutte le informazioni sul concorso e come partecipare sono disponibili sul sito di Wiki Loves Monuments Italia all’indirizzo https://wikilovesmonuments.wikimedia.it/

© Riproduzione riservata
Commenti