2 Commenti

Funghi secchi Lidl ritirati
dai banchi del supermercato
dal Ministero della Salute

Il ministero della Salute ha richiamato i funghi secchi Lidl a marchio Baresa per un possibile rischio per i consumatori. Una marca presente anche nei supermercati cremonesi della catena tedesca. L’avviso è apparso proprio nella mattina di martedì sul sito nella pagina dedicata alle allerte alimentari nella sezione “Avvisi di sicurezza”, per la presenza di funghi di origine sconosciuta non dichiarati in etichetta, venduti dai supermercati.

Il provvedimento è stato disposto dall’azienda produttrice, Linea Azzurra s.r.l. con sede dello stabilimento a Verderio (LC). Si tratta, nello specifico, delle confezioni da 30 g e fanno parte del lotto avente scadenza minima 30/03/2019.  Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare il prodotto e di restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato, che provvederà al rimborso.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • pisto

    Buoni da morire.

  • dinonick

    Continuo a sostenere la campagna pro my-Validactor. Bisogna serializzare tutte le confezioni alimentari (e non solo) solo in questo modo sarà possibile sapere davvero cosa c’è dentro, sarà possibile fare richiami ad personam e molto altro. E se le ditte produttrici non potranno permettersi questa tecnologia (!!!) gliela regaliamo. la salute prima di tutto. https://www.my-validactor.com