16 Commenti

Cottarelli ospite fisso in tv
Sarà 'l'osservatore' da
Fazio a 'Che tempo che fa'

L’annuncio è stato dato da Fabio Fazio: il cremonese Carlo Cottarelli, che nello scorso maggio fu premier incaricato per quattro giorni, sarà nel cast della nuova edizione di ‘Che tempo che fa’, al via dal 23 settembre su Rai1. In un’intervista al ‘Corriere della Sera’ il conduttore ha dichiarato: “Stiamo assistendo a un sommovimento mondiale, sta vincendo un atteggiamento di pancia, un’ondata di superficialità emotiva e di aggressività. La presenza di Cottarelli è un modo per mettere un punto fermo, per essere laici e oggettivi in un momento di scarsa razionalità.” L’ex direttore esecutivo del Fmi, ormai prossimo al debutto con Fazio, ha confermato. Tiene però a precisare di non voler essere un anti-Salvini, come qualcuno potrebbe pensare. “L’unica cosa anti-Salvini è che io sono interista e lui milanista”, ha raccontato a ‘Libero’: a ‘Che tempo che fa’, spiega Cottarelli, “ragionerò nel modo più obiettivo possibile.” Il suo ruolo sarà dunque quello di una sorta di “osservatore“: “Ascolterò ciò che dicono gli altri, cercherò di chiarire nel modo più equilibrato possibile alcuni temi che, spesso, non vengono spiegati bene“.

Giovanni Rossi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • antonio1956

    Manifestare ragionamenti oggettivi (il più possibile), ritengo in campo economico finanziario, da chi ha lavorato una vita, è cresciuto professionalmente ed è pensionato di FMI e in aggiunta ospite fisso in una trasmissione di Fabio Fazio, appare ai miei occhi quanto meno velleitario.

    • L’Alter Ego – Art Deco Edition

      Avercene di Cottarelli.

      • antonio1956

        Le misure di ” risanamento ” dell’ Italia del 2011 , attuate dal sen. Monti, avevano la firma della Commissione Europea, della BCE e del FMI. Ipotizzare una valutazione oggettiva da chi faceva parte della troika in quel tempo, con i risultati ben visibili oggi, sulle attuali misure economiche finanziarie da intraprendere è, ripeto, quanto meno velleitario.

        • L’Alter Ego – Art Deco Edition

          I “risultati ben visibili oggi” sono il frutto di decenni in cui l’Italia ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità, culminati nell’ultimo governo Berlusconi dove i nodi sono venuti al pettine, e a cui il governo Monti ha dato un stop. Ovviamente era fin dal principio chiaro che avrebbe comportato dei sacrifici. Ma dare la colpa agli altri è sempre stato lo sport nazionale.

          • antonio1956

            I sacrifici di cui parla hanno riguardato la parte meno abbiente della popolazione italiana. In termini di debito pubblico, per fare un esempio, dopo i sacrifici di pochi, questo è aumentato dal 2011 a oggi del 15%, nonostante i “necessari sacrifici”: per fare che ? D’accordo con lei che fino all’ultimo governo di cdx una parte degli Italiani, non tutti, per volere dei governi clientelari di allora, abbia vissuto al di sopra delle proprie possibilità. E dove era, allora, l’FMI ?

          • L’Alter Ego – Art Deco Edition

            Ehm, cosa c’entra l’FMI con, che so, la politica delle baby pensioni che oggi ci zavorra e che, peraltro, è una delle cause dell’innalzamento del debito pubblico? L’abbattimento di quest’ultimo non è una cosa semplice, perché ci sono gli stabilizzatori automatici, perché certe riforme sono cassate dalla consulta (es. blocco dell’innalzamento delle pensioni sopra 1400 euro), e così via.

          • antonio1956

            C’entra ! Aveva ed ha a disposizione lo strumento della condizionalità per gli stati membri.

      • Mario Rossi SV

        Si, utile, cosí la lega supera il 50%.Basta sentire un suo ragionamento che alla maggior parte della gente viene la nausea.

        • L’Alter Ego – Art Deco Edition

          Giusto. Alla gente diamo i tweet del ministro dell’interno con la cotoletta.

          • Mario Rossi SV

            Credo che i tweet li leggano solo i radical-chic come te,fuori dal mondo reale.

          • L’Alter Ego – Art Deco Edition

            Wow. Ti comunico anche che sono un buonista rosicone mondialista. Non ti faccio neanche far fatica a portare non-argomentazioni.

          • Mario Rossi SV

            Contento tu…

        • Blizzard

          da che pulpito……………….

          • Mario Rossi SV

            Continuando con questi improbabili personaggi, tra un po’ la lega si pappa pure quel poco che resta dell’Europa. Il 26 maggio non é cosí lontano.

  • Mario Rossi SV

    Quindi lo paghiamo noi con il canone.

  • Andrea Ferrari

    E vai, aggiungi un posto a tavola con obbiettività e trasparenza invisibile