Un commento

Polmonite, domenica
nuovo picco di casi: 9
tra Cremona e Mantova

Sebbene, come dichiarato dall’assessore regionale Giulio Gallera, il ritmo dei contagi sia in calo, non sono mancati i nuovi casi anche nella giornata di domenica: 33 in tutto, di cui nove nell’Ats Valpadana che comprende Cremona e Mantova. Questi i numeri delle nuove diagnosi di polmonite fatte nella giornata di domenica. Dei nove casi in Ats Valpadana, tutti quanti sono stati ricoverati. Venti erano stati invece gli accessi tra Brescia, Mantova e Cremona nella giornata di sabato.

Insomma, a due settimane dai primi casi di polmonite, dopo che la fase di picco sembrava essere ormai superata, i numeri sembrano tornare a salire e l’incubo polmonite è ancora lontano dall’essere risolto. “Conclusa la fase del picco, entriamo in una fase in cui il numero degli accessi ai pronto soccorso risulta ormai costante” commenta l’assessore Gallera.

Il numero complessivo dei degenti per polmonite nelle strutture pubbliche di Brescia, Mantova e Cremona e private ad oggi è pari a 183. I casi accertati come positivi alla legionella sono, a partire dal 2 settembre, complessivamente 39 (di cui 4 in Ats Valpadana).

Sono intanto attesi gli esiti dei primi campionamenti delle acque, eseguiti nei giorni scorsi: 354 prelievi, di cui 202 sono stati effettuati in abitazioni, 77 in torri di raffreddamento ed evaporazione di alcune aziende del territorio della Bassa, 62 campionamenti su reti idriche e 13 prelievi dal fiume Chiese.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Orto

    Forse è venuto il momento che le Autorità competenti ci dicano cosa sta succedendo…. Tanti prelievi, analisi, ma fondamentalmente nessun riscontro