Commenta

A una settimana da inizio
scuole non è finita
la corsa ai supplenti

A quasi una settimana dall’inizio delle scuole superiori (ma medie ed elementari avevano iniziato qualche giorno prima) restano molte le ore buche nel calendario scolastico, in alcuni casi anche per materie fondamentali. Terminate le immissioni in ruolo e la stipula di contratti a tempo determinato da parte dell’ufficio scolastico provinciale, avvenute entro il 31 agosto, dal 1 settembre tocca ai singoli dirigenti scolastici ‘pescare’ dalle graduatorie.

In alcuni casi i dirigenti hanno subito attivato le segreterie per trovare i supplenti, ma molti stanno aspettando il 21 settembre, data in cui è attesa la pubblicazione delle graduatorie aggiornate, in modo da evitare cambiamenti di professore. Fermo restando che la situazione varia di giorno in giorno, un’occhiata ai posti vacanti “restituiti” l’11 settembre dall’Ust ai dirigenti, fornisce l’idea di quanto sia difficile far partire regolarmente l’anno scolastico.

All’istituto Einaudi risultano scoperte 9 ore di Filosofia e Scienze Umane; all’istituto Stradivari (Liuteria, liceo musicale, istituto moda) è scoperta una cattedra completa di filosofia e storia. Sempre allo Stradivari sono scoperte 10 ore di storia musica. Mancano insegnanti di Diritto (A046, scienze giuridico economiche) al Romani di Casalmaggiore al Pacioli di Crema (1 cattedra e uno spezzone) e al Ghisleri Beltrami di Cremona (8 ore).

Carenza anche di insegnanti di francese: 9 ore ‘buche’ al Manin di Cremona (dove manca anche l’insegnante di conversazione in tedesco) altre 9 al Munari di Crema, dove sono pure in sofferenza il Pacioli e lo Sraffa, il primo con una cattedra e 13 ore scoperte, il secondo con una cattedra. E per francese mancano anche le ore di conversazione al Racchetti-da Vinci.

La classe di concorso A012, materie letterarie negli istituti superiori (non licei) vede scoperte due cattedre oltre ad uno spezzone di 16 ore  all’istituto Stanga; una materia fondamentale come Fisica al Torriani (liceo e istituto tecnico) ha una cattedra e 10 ore vacanti; situazione simile anche per matematica (2 cattedre al Torriani, come pure all’Einaudi). Mancano insegnanti di tecnologie informatiche un po’ in tutte le scuole ad indirizzo tecnico scientifico, quali Aselli (1), Ghisleri Beltrami (1), Stanga e Torriani (1 ciascuno), oltre il Romani di Casalmaggiore (addirittura 5 cattedre vacanti). Allo Stradivari risultavano (all’11 settembre) ben 4 posti vacanti per l’insegnamento fondamentale di Liuteria, oltre a 11 ore di spezzone.

 

© Riproduzione riservata
Commenti