Commenta

La malattia mentale vista
da Sambonet: mostra e
convegno in Fond. Città di Cr

Si intitola “I disegni di Roberto Sambonet: dal manicomio di Juqueri a Franco Basaglia” la mostra ospitata dalla Fondazione Città di Cremona a partire da giovedì 20 settembre 2018. L’inaugurazione avrà luogo alle ore 16 e sarà occasione di una riflessione sui rapporti tra arte e malattia mentale con gli interventi del dott. Antonino Minervino, direttore del dipartimento di salute mentale dell’Asst Cremona; Tiziana Cordani, critica d’arte, curatrice del patrimonio artistico della Fondazione; Franco Spinogatti, responsabile Unità operativa di psichiatria dell’Asst di Cremona; Giovanni Rizzini, del Cps di Cremona – Soresina. Un’occasione per riflettere su quelli che sono stati i metodi di trattamento delle malattie mentali prima della chiusura dei manicomi grazie alla campagna condotta in Italia dallo psichiatra Franco Basaglia.

I 40 disegni in mostra sono stati realizzati nel manicomio brasiliano di Jaquiri tra 1951 e 1952, da Roberto Sambonet, pittore ma soprattutto designer di fama internazionale, vincitore di quattro premi “Compasso d’oro’ tra 1956 e 1995, l’anno in cui morì. Sambonet deve la sua fama ad oggetti che hanno dato lustro al design italiano nel mondo, tra i quali la notissima ‘Pesciera’, le posate Sambonet, ma anche creazioni per marchi quali la cristalleria Baccarat e Tiffany per i gioielli. All’età di 28 anni venne chiamato da Edu Machado Gomez, direttore di un reparto dell’ospedale psichiatrico di Juqueri, a 50 km da San Paolo, e vi restò per 6 mesi tratteggiando a china e a matita, una serie di ritratti e bozzetti che illustrano volti e modalità di contenzione dei malati psichiatrici. Un ‘viaggio nella pazzia’ che indaga il complesso fenomeno del disagio mentale indagato in maniera personale e perspicace, sempre cercando di scavare oltre le apparenze per mostrare pensieri, emozioni, sentimenti.

Nel 1977 il materiale raccolto, e corredato da inserti poetici, venne pubblicato dallo stesso autore nel volume Della Pazzia (M’Arte Edizioni, Milano 1977).

La mostra è visitabile presso la sede della Fondazione in piazza Giovanni XXIII nei seguenti giorni ed orari:

giovedi 20 settembre ore 16-19

venerdì 21 settembre ore 10-12 e 15-18

sabato 22 e domenica 23 settembre ore 9-13

© Riproduzione riservata
Commenti