3 Commenti

Caccia, anche un cremonese
nella battuta in cui è rimasto
ferito un 58enne bresciano

(foto di repertorio)

Avrebbe davvero potuto finire in tragedia l’incidente di caccia accaduto questa mattina poco dopo le 8,30 nelle campagne di Leno, nel bresciano. Un 20enne cremonese che stava partecipando ad una battuta di caccia ha rischiato di finire impallinato. Il giovane, per la prima volta a caccia nel bresciano, si trovava insieme a due compagni, tutti bresciani, fino a quando ad uno dei due si è sganciata la tracolla del fucile. Nel tentativo di afferrarlo prima che cadesse a terra, al cacciatore è partito un colpo che ha ferito al torace e alle gambe l’altro bresciano. Colpito anche il cane da caccia che li accompagnava. Il cremonese ha rischiato grosso, ma per fortuna non è stato ferito. Per tutti, attimi di terrore. Una volta lanciato l’allarme, sul posto è accorsa l’eliambulanza che ha trasportato il ferito, un 58enne, agli Spedali Civili di Brescia. All’inizio sembrava che le sue condizioni fossero gravi, ma poi fortunatamente il quadro clinico si è stabilizzato. I pallini lo hanno colpito a velocità ridotta perché arrivati di rimbalzo. L’uomo non è in pericolo di vita e guarirà presto. Dell’incidente si sono occupati i carabinieri di Verolanuova al comando del capitano Tedros Christian Comitti che al comando ha sentito sia il cacciatore che ha inavvertitamente sparato, sia il giovane cremonese. Era la prima volta che il 20enne partecipava ad una battuta di caccia nel bresciano. Una brutta avventura che avrebbe potuto trasformarsi in una vera e propria tragedia.

Sara Pizzorni

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrea Ferrari

    Ma andate a caccia di.. .. Bestie

  • ciclo-pe

    Succede andando in giro con armi da fuoco che a quanto pare alcuni “cacciatori” non sanno neppure maneggiare con destrezza. Chi gira a piedi o in bici per le campagne si deve sentire sicuro?????

    • Mario Rossi SV

      Non si sentono fatti di cronaca di questo tipo che abbiano come protagonisti ciclisti o pedoni, quindi la tua preoccupazione, per vari motivi, é una pura fantasia.