Commenta

Vanoli, al 'Città di Jesolo'
2a piazza e debutto per
Mathiang: ora test con Pesaro

La Vanoli Cremona ha terminato al secondo posto la sua partecipazione al torneo ‘Città di Jesolo’. In semifinale ha battuto 70-60 l’Humana Reyer Venezia al termine di un match molto intenso. I lombardi hanno giocato a sprazzi: dopo essere stati in ritardo 38-30 all’intervallo, hanno ribaltato il punteggio grazie ad uno strepitoso Aldridge passando a condurre 46-40. I lagunari, pur senza gli acciaccati Deron Washington e Watt, hanno rimontato. Nuovo allungo per i cremonesi con Demps e questa volta i locali accusano il colpo e gettano la spugna.

Nella finale giocata contro Bologna, il team di coach Meo Sacchetti si è arreso 74-65. Durante il riscaldamento si sono fermati per problemi fisici Crawford (distorsione alla caviglia) e Travis Diener (problema alla schiena). Quest’ultimo ha provato a scendere sul parquet ma ha desistito subito. I biancoazzurri, stringendo i denti, hanno lottato sino alla fine. Punter e Baldi Rossi hanno dato il la per il vantaggio dei felsinei sul 40-26. Ha risposto Ricci riavvicinando i suoi per poi impattare: alla mezzora il punteggio recitava 55-52. Nell’ultimo periodo Vanoli in testa 57 a 56, ma nel finale qualche sfavorevole fischio arbitrale, compreso un tecnico alla panchina, hanno determinato il successo della Virtus.

Da segnalare anche il definitivo debutto del pivot Mathiang. Dopo il match di venerdì 21 settembre, dove ha mostrato poco del suo potenziale essendo anche in “debito di forze” nelle gambe, si è sbloccato contro gli emiliani, andando a canestro con disinvoltura, catturato rimbalzi e difendendo con maggiore attenzione. Ora può solo crescere.

L’avvicinamento della Vanoli Cremona all’inizio del campionato del 6 ottobre a Trento, proseguirà mercoledì 26 settembre con il match a Pesaro alle ore 20 contro proprio i marchigiani all’Adriatic Arena nel memorial “Alphonso Ford”. I biancorossi sono reduci dal torneo di Brescia terminato al terzo posto. Pesaro sarà tra i principali antagonisti nella lotta alla salvezza. Coach Galli dispone di un roster di discreto potenziale in cui spiccano Lamond Murray alle prese con una distorsione alla caviglia, Blackmon, McCree, Artis, Conti, Monaldi e Mockevicius.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti