Un commento

Inaugurata la rassegna
"La storia in moto" a
Santa Maria della Pietà

(foto Sessa)

Oltre 60 motociclette prodotte tra i primi anni del ‘900 e gli anni ’70. La storia in moto è la mostra di motociclette d’epoca inaugurata oggi pomeriggio, sabato 29 settembre, a Cremona al Centro Culturale Santa Maria della Pietà, un’iniziativa unica nel suo genere in Italia. L’esposizione è organizzata dal Motoclub Torrazzo di Cremona e il C.A.V.E.C con il patrocinio del Comune di Cremona e l’Amministrazione Provinciale, ma anche della FMI (Federazione Motociclistica Italiana), dell’ASI (Automotoclub Storico Italiano), del CONI e della Regione Lombardia.

Tanti gli esemplari rari esposti, sopravvissuti alle più svariate vicende che hanno caratterizzato la storia di ieri e di oggi. Tra le moto più significative una MotoGuzzi Sport 14 del 1930, una BMW R12 del 1936 e un’Harley Davidson Flathead 750 del 1942.

La rassegna contribuisce oltre che alla conoscenza della produzione dell’industria motociclistica italiana e mondiale, anche a testimoniare il mutare delle esigenze e dei gusti della società nel corso dei decenni del secolo scorso. Per questo motivo la mostra, aperta fino al 28 ottobre, sarà visitata non solo dagli appassionati delle due ruote, ma anche da tante scolaresche nell’ambito dell’approfondimento dell’evoluzione della tecnica, dello studio, dell’uso e delle modalità di trasporto e passatempo offerte dalle moto in voga dagli inizi del 900.

La rassegna sarà aperta dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00, mentre sabato e domenica doppia apertura: 10.00-12.30 e 15.00-19.30. Durante la settimana, invece, al mattino sarà possibile prenotare una visita da parte di gruppi e scolaresche. L’ingresso è gratuito per tutti.

Nicoletta Tosato

Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • giorgino carnevali

    DA APPLAUSI
    Non servono parole speciali. L’iniziativa è da dieci e lode, con encomio. Paolo (per gli amici Alquati)? Sei semplicemente superlativo, come del resto gli ideatori. Un battimano ve lo meritate tutto. E Cremona dirà: “Presente”!